Connect with us

Champions League

L’Inter 2 non funziona: sotto di tre gol con il Benfica all’intervallo

Published

on

Benfica-Inter

I nerazzurri chiudono sotto per 3-0 il primo tempo della gara contro il Benfica valida per la quinta giornata della fase a gironi di Champions League.

Non è un indizio, è proprio una sentenza quella che arriva da Lisbona. Bocciatura clamorosa per le cosiddette riserve dell’Inter. I nerazzurri sono andati al riposo sotto di tre gol nel match contro il Benfica valido per la quinta giornata della fase a gironi di Champions League. Il tecnico interista Simone Inzaghi ha cambiato ben 8 giocatori rispetto al match di campionato contro la Juventus e le risposte da chi sino a questo momento aveva giocato meno non sono arrivate. I portoghesi hanno avuto vita facile e hanno realizzato tre gol tutti e tre con l’ex di giornata Joao Mario.

Il centrocampista, tra l’altro, così come riportato da OptaPaolo su X, è diventato il secondo giocatore della storia a realizzare una tripletta contro l’Inter in Champions League. Il primo fu Gareth Bale con il Tottenham nel 2011.

Tra le fila dell’Inter non si salva nessuno. Malissimo Asllani sino a questo momento così come Bisseck, Klaassen e Sanchez. Il tempo per una reazione d’orgoglio nella ripresa ci sarebbe ma quanto visto sino a questo momento in campo al Da Luz non lascia presagire nulla di buono.

Inter: non funziona la rivoluzione di Inzaghi

Benfica-Inter

L’Inter è già qualificata per gli ottavi di Champions League. Il maxi turnover di Inzaghi dipende soprattutto da ciò. La partita contro il Benfica per i nerazzurri conta relativamente perché per giocarsi il primo posto nel girone dovranno comunque aspettare l’ultima gara interna contro la Real Sociedad. Una rivoluzione di formazione che però non ha portato i frutti sperati, con molti giocatori apparsi spaesati in campo e una squadra incapace di trovarsi nelle distanze e nei classici automatismi. Per Inzaghi tanti segnali su cui riflettere anche per il futuro.