Manchester United, si dimette Woodward: otto anni da dimenticare

Solo cinque i trofei vinti in quasi un decennio dall'addio di Ferguson e troppi cambi in panchina: i Red Devils devono ritrovarsi.

07/01/2022

20:20

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Julian Finney/Getty Images)

Ed Woodward non sarà più amministratore delegato del Manchester United: gli subentrerà Richard Arnold, ex Group managing director del club. Otto anni da dimenticare, quelli della gestione di Woodward che hanno visto ben sette cambi in panchina dal 2013 a oggi e soli 5 trofei. Woodward è stato per anni contestato dai fan dello United per non essere riuscito a lasciare il segno come il suo precedecessore Davi Gill.

L’ormai ex amministratore delegato era in carica dal luglio 2013 con l’obiettivo di costruire un nuovo United dopo l’addio di Ferguson. Non so certo mancati i grandi colpi al Manchester in questi ultimi otto anni, come giocatori del calibro di Pogba, Ronaldo e Varane ma neanche questi sono riusciti a colmare i fallimenti di mercato maturati sotto Woodward.

Un record negativo anche per quanto riguarda gli allenatori: Moyes, Van Gaal, Mourinho, Solskjaer, Carrick e Rangnik oggi . Tutto un altro progetto rispetto a quello che aveva in mente l’ad dello United: “Ed voleva un manager per sei o sette anni, come Pep Guardiola al City o Jurgen Klopp al Liverpool“, ha rivelato una fonte del club a ESPN. Altra nota dolente di queste otto stagioni sono i trofei: solo cinque. Tra questi si contano due Community Shields, una FA Cup, una English Football League Cup e l’Europa League conquistata sotto la guida di Mourinho contro l’Ajax nel 2017. La Premier invece manca da ben nove stagioni, l’ultima risale alla 2012\2013 quando i Red Devils vinsero con ben 11 punti di stacco dai rivali del Manchester City.