TOP CT 2021: Roberto Mancini

Dal suo arrivo nel 2018 al trionfo di Euro 2020. Il percorso del Mancio con lo spauracchio spareggi mondiali del 2022.

01/01/2022

12:30

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

Photo Matteo Ciambelli / Insidefoto

Il 2021 è per noi italiani l’anno della rinascita sportiva. Il più emblematico, forse, è proprio il trionfo nel campionato Europeo 2020, disputato per ovvi motivi legati alla pandemia da Covid-19 nel 2021. Roberto Mancini ci ha creduto fin da subito, da quando ha preso in mano la Nazionale dopo la debacle Mondiale (2018) firmata Gianpiero Ventura. Più di 1300 giorni da quando il tecnico di Jesi siede sulla panchina degli azzurri, percorso complesso che ha portato alla vittoria degli europei ma che adesso fa paura per le qualificazioni a Qatar 2022.

L’INIZIO – L’avventura di Roberto Mancini sulla panchina della Nazionale, inizia ufficialmente il 28 maggio 2018: amichevole contro l’Arabia Saudita vinta per 2-1 grazie alle reti di Balotelli e Belotti. Il 2018 non è facile per il Mancio, tra amichevoli e fase a gironi di Nations League ottiene una sola vittoria contro la Polonia (0-1, Biraghi). Il percorso dell’Italia di Mancini prende la svolta decisiva ed inizia una serie interminabile di vittorie dal 20 novembre 2018 al 11 ottobre 2020 (0-0 con la Polonia sempre in Nations League). La preparazione ad Euro 2020 prosegue e nelle 8 gare che precedono la competizione l’Italia sa solo vincere: 25 gol fatti e 0 subiti in 8 gare.

EURO 2020 – La serie positiva degli azzurri prosegue anche agli Europei. Esordio vincente all’Olimpico contro la Turchia (3-0), altro tris con clean sheet contro la Svizzera e girone chiuso con la vittoria di misura sul Galles (1-0 rete di Pessina). La porta di Donnarumma viene violata dopo 1104 minuti dal gol di Kalajdzic in Italia-Austria agli ottavi di finale. In semifinale la partita capolavoro degli azzurri contro il Belgio di Hazard, Lukaku e De Bruyne. 1-2 firmato Barella e Insigne. Lukaku segna su rigore, ma gli azzurri tengono alto il muro davanti a Donnarumma. L’Italia ci crede sempre di più. In semifinale gara sofferta contro la Spagna: vantaggio illusorio di Chiesa, pareggio di Morata e match che si conclude ai rigori. L’errore di Morata è decisivo. In finale siamo a Wembley contro i padroni di casa dell’Inghilterra. Shaw ci mette paura prima del quarto d’ora di gioco, il pari arriva meritatamente nella ripresa con Bonucci. L’Italia domina ma non riesce a segnare. Altro giro dal dischetto dopo 120’ mozzafiato. Jorginho sembra commettere un errore fatale, ma Donnarumma ipnotizza Sancho e Saka, mentre Rashford calcia sul palo. Trionfo azzurro nel segno di Roberto Mancini e di un gruppo fantastico. Il 2021, però, si conclude in maniera inaspettata. Pareggio interno con la Svizzera (1-1 e rigore sbagliato da Jorginho), pareggio a Belfast contro l’Irlanda del Nord. Adesso per andare a Qatar 2022 servirà vincere gli spareggi a Marzo 2022.

STATISTICHE – Roberto Mancini ha disputato in totale 46 partite sulla panchina della Nazionale. 68 i calciatori impiegati, 32 vittorie, 11 pareggi e solo 3 sconfitte. 109 gol segnati. I giocatori più impiegati sono Bonucci e Jorginho (37 presenze), Donnarumma e Barella (35). Nel 2021, l’Italia ha giocato 27 partite vincendone 19, 7 pareggi e 1 sconfitta, 64 gol fatti 7 subiti.

Correlati

Rimanere aggiornati è importante. Non sempre si può stare al passo con le news che escono minuto per minuto. Lo puoi fare...

Rimanere aggiornati è importante. Non sempre si può stare al passo con le news che...

00:00

16/08/2022

23:02

15/08/2022

Dusan Vlahovic si è reso subito protagonista nella prima giornata di Serie A. Il serbo con una doppietta ha trascinato la...

Dusan Vlahovic si è reso subito protagonista nella prima giornata di Serie A. Il...

23:02

15/08/2022