Mercato Milan, per De Ketelaere serve alzare l’offerta: no ad aste al rialzo

Il principale obiettivo del mercato del Milan è risaputo ormai, e porta al nome di Charles De Ketelaere. Il belga vuole il Diavolo, ma serve uno sforzo.

14/07/2022

10:40

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

Belgium's forward Charles De Ketelaere runs during the UEFA Nations League - League A - Group 4 football match between Belgium and Poland at The King Baudouin Stadium in Brussels, on June 8, 2022. (Photo by Kenzo TRIBOUILLARD / AFP) (Photo by KENZO TRIBOUILLARD/AFP via Getty Images)

Si è capito che il principale obiettivo del mercato del Milan in questo momento sia rappresentato da Charles De Ketelaere. Il classe 2001 ha stregato Maldini che vuole fare e sta facendo di tutto per portarlo in rossonero dalla prossima stagione. Il Club Bruges però non sembra scendere dalla valutazione di 40 milioni di euro che ha da sempre fatto per il trequartista belga. Il Leeds preme anche per De Ketelaere, che però aspetta solo un affondo dal Diavolo per sbarcare in rossonero.

mercato milan
 (Photo by VIRGINIE LEFOUR/BELGA MAG/AFP via Getty Images)

Mercato Milan, ultimo sforzo per De Ketalaere: Maldini vuole evitare aste

Secondo quanto riportato da Il Corriere dello Sport, il Milan potrebbe essere all’ultima curva per De Ketelaere che spinge per approdare sotto al Duomo nelle prossime settimane. L’ultima offerta rossonera è stata di 28 milioni di euro più 3 di bonus, alla quale il Bruges ha risposto di alzare ulteriormente, forte dell’offerta di 40 milioni di euro da parte del Leeds. La volontà del giocatore però potrebbe essere decisiva: De Ketelaere vuole aspettare fino alla fine il Diavolo soprattutto dopo la chiamata avuta direttamente con Stefano Pioli. Maldini nelle prossime ore potrebbe decidere di alzare sensibilmente l’offerta per arrivare sui 33-34 milioni di euro, ma con un avvertimento chiaro per la società belga: il Milan non parteciperà ad aste al rialzo.

LEGGI ANCHE: Mercato Milan, Scaroni: “Maldini e Massara hanno le idee molto chiare”