Milan Campione d’Italia: i momenti clou della stagione

Arriva il 19° Scudetto del Milan dopo un'annata grandiosa in campionato: ecco quali sono i momenti più importanti della Serie A rossonera, culminata con la vittoria finale.

22/05/2022

20:30

• Tempo di lettura: 4 minuti

Tempo di lettura: 4 minuti

(Photo by Marco Rosi - SS Lazio/Getty Images)

Il Milan si è laureato Campione d’Italia grazie alla netta vittoria contro il Sassuolo al Mapei Stadium, ma questo è soltanto il risultato di una lunga stagione fatta di momenti importanti che hanno permesso a Stefano Pioli ed i suoi ragazzi di raggiungere il suo 19° titolo italiano.

Milan Campione d’Italia: i 12 risultati utili consecutivi ad inizio campionato

Chi ben comincia, è a metà dell’opera. Lo ha preso alla lettera Stefano Pioli che ha messo subito lo sprint ad inizio campionato. Poteva essere considerato un fuoco di paglia, ma non perdere per dodici partite consecutive in Serie A è un segnale importante alle avversarie: a partire dallo 0-1 contro la Sampdoria, i rossoneri hanno fatto prima tre vittorie consecutive, poi, dopo l’1-1 con la Juventus a Torino sono tornati a guadagnare i tre punti per sette volte vincendo tra le altre contro Atalanta (2-3 a Bergamo e Roma (1-2 all’Olimpico), andando a pareggiare successivamente contro l’Inter nel derby (1-1) e trovando la prima sconfitta in campionato contro la Fiorentina al Franchi per 4-3. In mezzo c’è stata la disfatta della Champions League, ma in Serie A il Milan ha guadagnato 32 punti sui 36 disponibili nelle prime dodici giornate.

I risultati delle prime dodici giornate

Sampdoria-Milan 0-1
Milan-Cagliari 4-1
Milan-Lazio 2-0
Juventus-Milan 1-1
Milan-Venezia 2-0
Spezia-Milan 1-2
Atalanta-Milan 2-3
Milan-Verona 3-2
Bologna-Milan 2-4
Milan-Torino 1-0
Roma-Milan 1-2
Milan-Inter 1-1
Fiorentina-Milan 4-3

La vittoria nel derby di febbraio: sembrava tutto finito, invece…

Fino a novembre tutto bene quindi, poi una leggera flessione ed infine il derby decisivo del del 5 febbraio 2022. Si gioca alle 18 ed alle 18:38 circa il Milan è sotto 1-0 a causa della rete di Ivan Perisic, su assist dell’ex Calhanoglu. L’Inter domina, il Milan sembra non riuscire a controbattere alle ondate nerazzurre alla ricerca del gol del raddoppio. Tutto cambia però negli ultimi venti minuti del match, quando Inzaghi decide di togliere i migliori in campo (Perisic, Lautaro Martinez, Calhanoglu) per amministrare il vantaggio minimo.

Al 75′ arriva il primo momento chiave, quando Giroud si scontra fisicamente con Sanchez a centrocampo e fa ripartire il contropiede rossonero con Tonali che la passa a Brahim Diaz, poi lo spagnolo calcia in porta ed una deviazione fa andare il pallone nella zona del francese, che si getta in scivolata e calcia in rete la rete del pareggio. Passano soltanto tre minuti e Giroud firma la doppietta decisiva: Calabria lo serve in area, l’attaccante di tacco si prende beffa di De Vrij con un movimento verso sinistra poi fa partire il mancino che – complice una parata non eccezionale di Handanovic, si chiude all’angolino opposto. Esplode la San Siro rossonera, il Milan si porta a -1 dai ‘cugini’, pur avendo una partita in più (l’Inter doveva ancora recuperare la sfida con il Bologna).

Milan Campione d’Italia
(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

La sliding door finale: Tonali al 92′ contro la Lazio

Tra sorpassi e controsorpassi, dopo aver eliminato dalla corsa Scudetto il Napoli, Milan ed Inter proseguono da soli in un testa a testa avvincente. Arriva il 24 aprile ed i rossoneri vanno allo Stadio Olimpico di Roma per affrontare la Lazio di Maurizio Sarri: dopo un primo tempo dove i rossoneri avevano dominato, i biancocelesti erano comunque riusciti ad andare in vantaggio con Ciro Immobile dopo 4′. Il Milan rientra negli spogliatoi, ma riesce dal tunnel dello stadio più carico che mai. Il solito Giroud pareggia i conti al 50′ ma dopo aver sbagliato diverse occasioni da gol, i rossoneri sembrano ormai quasi certi del pareggio finale.

Nulla di più sbagliato, perché un pastrocchio della difesa biancoceleste porta i tre punti tanto agognati: prima Marusic perde il pallone sull’out di destra laziale, poi il cross di Rebic viene ribattuto malissimo da Acerbi che invece di colpirla di testa nel migliore dei modi fa partire un campanile sul quale Ibrahimovic, subentrato nei minuti finali, arriva di testa. Tonali si avventa sul passaggio e ribatte in rete negli ultimissimi secondi della partita, facendo impazzire il settore ospite dell’Olimpico dove migliaia di milanisti si sono riversati in massa.

Milan Campione d’Italia
(Photo by VINCENZO PINTO/AFP via Getty Images)

Arriva così il controsorpasso dopo la vittoria dell’Inter nella stessa giornata che aveva virtualmente superato i rossoneri.