Milan, non tramonta la pista Ziyech: contatti dopo il Mondiale

Il Milan continua a tenere sotto osservazione Hakim ZIyech, e dopo il Mondiale potrebbe esserci un'importante ripresa dei contatti.

17/11/2022

23:40

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Fran Santiago/Getty Images)

Il Milan sta iniziando a ragionare sulle possibili mosse future in chiave mercato, e la figura di Hakim Ziyech non è ancora del tutto tramontata dai pensieri della dirigenza milanista. Secondo quanto riportato dalla redazione di Calciomercato.com, i contatti tra le parti potrebbero riprendere dopo il Mondiale, in quanto Maldini e Massara continuano a seguire con grande interesse l’esterno marocchino, che in questi giorni si è reso grande protagonista con la sua Nazionale nel match contro la Georgia.

(Photo by FADEL SENNA/AFP via Getty Images)

Milan, a gennaio tentativo per Ziyech: Maldini e Massara continuano a sondarlo

Il giocatore è già stato vicino ai rossoneri nel corso dell’ultima sessione di mercato estivo, ma per una questione di ingaggio e di formula d’acquisto l’affare non si è più fatto, e le operazioni sono state sospese. Il Chelsea non ha voluto accettare di dover pagare parte dell’ingaggio del giocatore, e il Milan è rimasto fermo sulla sua posizione, visto che per le casse societarie il costo salariale risultava troppo alto. Riguardo alla formula, i Blues spingevano per una cessione a titolo definitivo o un prestito con obbligo di riscatto, mentre i rossoneri non si discostavano dal prestito con diritto. Nonostante i mancati accordi l’interesse del Milan verso il giocatore ha perdurato, e durante la sessione invernale potrebbe arrivare, con l’approvazione di Gerry Cardinale, l’affondo decisivo.

LEGGI ANCHE: Roma, offerto Odriozola per il dopo Karsdorp: intreccio con la Juve?

(Photo by Sebastian Widmann/Getty Images)

Il tassello mancante

Hakim Ziyech rappresenta una potenziale risoluzione agli evidenti problemi che il Milan presenta sull’esterno destro. Il marocchino è infatti un calciatore dotato di uno spessore tecnico notevolissimo, e si è già dimostrato una figura da grandi piazze, sebbene con il Chelsea abbia giocato meno di quanto sperasse. Un suo possibile innesto alzerebbe l’asticella di un altro gradino, e renderebbe l’attacco rossonero ancor più efficace sia in fase realizzativa che in quella di rifinitura.