Milan, Theo Hernandez: “Grazie a Pioli sono molto felice qui”

Theo Hernandez ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di The Athletic Uk, spendendo parole al miele per l'ambiente rossonero.

20/01/2022

13:40

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Tiziana FABI / AFP) (Photo by TIZIANA FABI/AFP via Getty Images)

Theo Hernandez è ormai diventato uno dei giocatori più importanti del Milan di Stefano Pioli. Sulla fascia sinistra, il terzino francese si è rivelato fondamentale anche per la nazionale di Deschamps durante le ultime Final Four di Nations League, segnando il gol vittoria nella semifinale contro il Belgio.

L’intervista di Theo a The Athletic UK

Proprio dell’attuale momento positivo della sua carriera ha parlato Theo Hernandez in un’intervista a The Athletic UK. Ecco le sue parole riportate da alfredopedulla.com: “Quando stavo crescendo, guardavo Paolo Maldini. Abbiamo un rapporto molto stretto. Dalla prima volta che ci siamo visti a Ibiza ha messo le cose in chiaro. Mi ha detto che ero un giocatore importante, ma che dovevo lavorare sodo. Grazie a questo sono il giocatore che sono oggi”.

LEGGI ANCHE: Milan, incontro con il Monaco per Pellegri: sarà riscatto e poi prestito. Il Torino attende

Su Pioli: “Ho avuto molti buoni allenatori, ma quello che ha cambiato la mia vita come calciatore e come persona è Pioli. Dal primo giorno mi ha dato la fiducia che mi serviva. Sono molto felice qui grazie a lui”.

Sul suo ruolo in campo: “Mi sento più libero quanto taglio in mezzo al campo, dove c’è più spazio. Al Real Madrid, mi mancava la confidenza per giocare in modo così offensivo. Qui al Milan ce l’ho. Mi trovo meglio a scambiare la palla con le ali e con le punte: amo attaccare e andare sempre in avanti sul campo. Giocare con più libertà mi permette di segnare di più e fare molti più assist”.

Su Rafael Leao: “Ci capiamo molto bene. Leao gioca in modo diverso dagli altri e mi crea spazi. È molto veloce, ma io sono al primo posto senza dubbio”.

Sul ruolo prima delle partite“Prima di ogni partita decidiamo le strategie di gioco, cercando soprattutto dove potrebbero essere gli spazi liberi. Prima della partita con l’Atalanta, per esempio, il mister mi disse che la maggior parte degli spazi sarebbero stati al centro: perciò ho tagliato verso il campo e trovato quel grande passaggio per il gol di Calabria”.

Correlati

La Roma è molto attiva sul mercato sia in entrata che in uscita.  Oltre a Sergio Oliveira, Tiago Pinto punta forte su Kamara...

La Roma è molto attiva sul mercato sia in entrata che in uscita.  Oltre a Sergio...

12:20

20/01/2022

In una lunga intervista a Il Corriere dello Sport, il Presidente della FIGC, Gabriele Gravina, ha fatto il punto sui danni...

In una lunga intervista a Il Corriere dello Sport, il Presidente della FIGC,...

12:00

20/01/2022