Napoli-Juventus, Albiol: “Vinceranno gli azzurri. Che energia Spalletti”

L'ex difensore del Napoli Raul Albiol ha parlato ai microfoni de 'La Gazzetta dello Sport'. Dalla stagione dei partenopei fino al match di oggi contro la Juventus.

11/09/2021

10:40

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo: Ruben de la Fuente, via Imago Images)

È stato uno dei perni inamovibili della difesa del Napoli dal 2013 al 2019. 178 presenze in maglia azzurra. Si parla dello spagnolo – classe 1985 – Raul Albiol. Il difensore, oggi al Villarreal, ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport esponendo il proprio pensiero sulla stagione del Napoli e, nello specifico, sul match che vedrà i partenopei impegnati contro la Juventus alle 18:00. Ecco quanto dichiarato.


PRONOSTICO DEL MATCH E STAGIONE DEL NAPOLI – “Penso che vincerà il Napoli. E non perché ho giocato lì, ma perché è in un ottimo momento, ho visto le prime due uscite e mi è piaciuto molto, mentre la Juve fatica a vincere e penso che possa essere più colpita dalla pausa internazionale. E poi il Napoli gioca in casa, è favorito e spero possa vincere. Spalletti ha portato energia a una rosa già forte e completa: la squadra ha tutto per fare una grande stagione”.

LEGGI ANCHE: Serie A, statistiche e numeri della terza giornata

RICORDI DELLE SFIDE TRA IL SUO NAPOLI E LA JUVENTUS – “Grandi emozioni. La Supercoppa del 2014 ovviamente. Ma anche la sensazione impareggiabile di lottare per il titolo contro una squadra che vinceva sempre. Il gol di Koulibaly a Torino 3 anni fa. Adrenalina pura. Il traguardo lì a portata di mano e la delusione per non averlo raggiunto”.

IMPRESSIONI SU ANGUISSA, EX COMPAGNO DEL VILLARREAL – “È un giocatore fortissimo fisicamente e che sa usare bene la palla, con noi qui ha fatto benissimo tanto che il Villarreal voleva comprarlo. Offrirà qualcosa di diverso al centrocampo del Napoli, e il fisico di Zambo in Serie A può fare la differenza”.

CHI VINCE LO SCUDETTO – “Difficile, c’è grande equilibrio. L’Inter era davanti, però l’addio di Conte e Lukaku ha livellato la situazione. Inzaghi è un ottimo allenatore, ma arriva in un posto nuovo e vedremo come andrà. Penso che sia una cosa tra Juve, Napoli e Inter, con un occhio di riguardo per la Lazio di Sarri. È arrivato anche Mourinho, il livello degli allenatori è molto alto e farà crescere tutto il campionato. Sarà difficile anche solo entrare in Champions”.

LA SFIDA IN CHAMPIONS TRA VILLARREAL E ATALANTA – “Partita difficile. Se devo indicare il rivale più duro nei miei 6 anni in Italia a parte la Juve dico l’Atalanta. Una macchina offensiva, fisicamente eccezionale, e un esempio per noi: una società che basa il suo successo sull’etica del lavoro e sulla crescita della cantera. Un progetto che noi dobbiamo cercare di seguire, come prima lo sono stati l’Atletico Madrid e il Siviglia. Club che sono cresciuti partendo dall’Europa League, come noi. Noi abbiamo bisogno di continuità ad alto livello”.

Correlati

09:30

11/09/2021

Juventus-Napoli è una storia a parte. La sfida tra la vecchia signora e i partenopei è da sempre una battaglia non solo...

Juventus-Napoli è una storia a parte. La sfida tra la vecchia signora e...

09:30

11/09/2021

22:20

10/09/2021

Napoli-Juve, si sa, è una sfida ad alto livello che coinvolge le emozioni di tutti i giocatori in campo. Una sfida storica, che...

Napoli-Juve, si sa, è una sfida ad alto livello che coinvolge le emozioni di tutti...

22:20

10/09/2021

Serie A

22:40

30/06/2022

Attraverso un breve comunicato rilasciato sul sito ufficiale del club, la Lazio ha annunciato l’acquisto...

Attraverso un breve comunicato rilasciato sul sito ufficiale del club, la Lazio ha...

22:40

30/06/2022

22:37

30/06/2022

Non senza qualche intoppo ma, alla fine, il Milan e Maldini sono pronti a continuare la propria avventura insieme. Dopo le...

Non senza qualche intoppo ma, alla fine, il Milan e Maldini sono pronti a continuare...

22:37

30/06/2022