Connect with us

Serie A

Napoli-Verona, Mazzarri: “Le prossime saranno tutte finali”

Published

on

Convocati Napoli

Napoli Mazzarri – L’allenatore del Napoli, Walter Mazzarri, ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine della sfida contro l’Hellas Verona al Maradona, vinta con il risultato di 2-1 in rimonta grazie ai gol di Ngonge e Kvaratskhelia nel finale. Di seguito le sue parole.

Si è conclusa poco fa la sfida delle ore 15:00 tra Napoli e Hellas Verona allo Stadio Maradona, terminata nel finale sul risultato di 2-1 per i padroni di casa. Non era iniziata benissimo per gli azzurri, inconcludenti nel primo tempo e stanchi nel secondo tempo, tanto da finire in svantaggio a causa del gol di Diego Coppola, il primo per lui in Serie A, a 20′ dalla fine della partita. Il gol degli Scaligeri ha però svegliato i partenopei, che nel giro di dieci minuti sono riusciti a ribaltare il parziale e conquistare tre punti fondamentali in chiave classifica grazie al pareggio di Ngonge e alla rete splendida di Kvaratskhelia all’87’.

Per commentare la vittoria e analizzare la prestazione dei suoi, mister Walter Mazzarri si è presentato davanti ai microfoni di DAZN dove ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito. Di seguito le sue parole al termine della partita.

Le parole di Mazzarri dopo Napoli-Verona: “Kvaratskhelia è un campione. Zielinski? Onorerà la maglia”

Le parole di Mazzarri dopo Napoli-Verona

Photo by: Getty Images – calcioinpillole.com

“Il Napoli ha fatto la partita e il dato sul possesso palla parla da solo, mi sembra anche esagerato. Mi è piaciuto che la squadra ci ha creduto sempre, ha lottato e ha ribaltato il risultato, è una cosa che ho sempre voluto vedere dalle mie squadre soprattutto in partite che sembrano stregate. Il rigore su Kvara? Era un momento in cui stavamo giocando benissimo e avevamo schiacciato il Verona, se avessimo aperto la partita con questo episodio avremmo avuto meno difficoltà”. 

“Si sta crescendo anche a livello di condizione fisica, alcuni sono ancora un po’ indietro. Anche Kvaratskhelia quando ha segnato si è riacceso, perché a volte è il morale che ti da l’impressione di essere stanco. Quando abbiamo subito il gol sembravamo non averne più, poi siamo rinati. I cambi hanno dato linfa e sono entrati tutti benissimo, ci hanno dato una mano a ribaltare la partita come meritavamo. Kvara è un campione, ha dimostrato già tutto l’anno scorso. In Italia siamo bravi a limitarli, una volta studiato è semplice chiuderlo, ma nonostante questo si vede che ha qualità e questa nuova posizione gli da modo di esprimersi con libertà”. 

“Zielinski? Non ci sono problemi con lui, i calciatori devono onorare la maglia anche se dovessero aver firmato già per un’altra squadra. Se vedrò che sta bene, come la settimana scorsa, allora giocherà, ma dovrò vederlo in allenamento. Bisogna fare delle scelte e le abbiamo fatte, nel frattempo sono arrivati altri calciatori ed è giusto che vivano l’emozione di giocare in Champions League anche in previsione del futuro del Napoli. Lindstrom ha fatto un po’ di fatica all’inizio oggi, poi l’ho spostato ed è sembrato più a suo agio”. 

“La partita contro il Milan? Dobbiamo pensare di dover giocare tutte finali da qui alla fine della stagione, a partire dalla prossima. Grazie a Dio il mercato è finito e questi ragazzi devono fare squadra e giocarsela con tutti, poi il resto si vedrà”.