Nati Oggi: Peter Schmeichel, il gigante di Gladsaxe

Era il 18 novembre del 1963 quando nacque Peter Schmeichel, uno dei più grandi portieri della storia del calcio mondiale.

18/11/2022

08:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

BURNLEY, ENGLAND - MARCH 03: Kasper Schmeichel of Leicester City looks on as he warms up prior to the Premier League match between Burnley and Leicester City at Turf Moor on March 03, 2021 in Burnley, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Peter Powell - Pool/Getty Images)

Il 18 novembre 1963, a Gladsaxe, in Danimarca, nasce Peter Schmeichel, destinato a diventare uno dei portieri più forti della sua generazione. Cresce a due passi da Copenaghen, e arriva al grande calcio relativamente tardi. Il suo primo club professionistico è il Hvidovre, oggi nei meandri della seconda serie danese, ma nel 1983 ancora ai vertici. Dopo tre stagioni, tutte giocate da titolare, passa al più titolato Brøndby IF, con cui vince quattro titoli nazionali e sfiora una finale di Coppa Uefa.

Nel 1991, a 27 anni, è finalmente il tempo del grande salto. Al Manchester United, alla corte di Sir Alex Ferguson. Resta in maglia Red Devils fino al 1999, quando chiude una parabola di successi impressionante. La sua ultima partita, infatti, è la rocambolesca finale di Champions League vinta in rimonta contro il Bayern Monaco nei minuti finali. Sono le parate di Peter Schmeichel a tenere a galla lo United, che mette così in bacheca uno storico treble.

In estate vola in Portogallo, allo Sporting Lisbona, ma gli anni inglesi rimarranno per ovvie ragioni fondamentali. Basta dare un’occhiata al palmarès, per capire il perché: cinque Premier, 3 Coppe d’Inghilterra, 4 Charity Shield, 1 Champions League, 1 Supercoppa Uefa. Ma, soprattutto, la consapevolezza di essere stato per anni tra i migliori nel proprio ruolo. Per molti, ancora oggi, è il portiere più forte che abbia mai giocato in Inghilterra e, almeno tra i pali, è difficile dargli torto.

In maglia Sporting Lisbona fa in tempo a vincere anche il campionato portoghese, nel 2000, prima di tornare in Inghilterra, nel 2002, dove giocherà altre due stagioni, una con l’Aston Villa e una con il Manchester City.

La storia più bella, però, la vive con la Nazionale. Peter Schmeichel, come tutti i giocatori della Danimarca, alla fine della stagione 1991/1992 si pregustava già le vacanze estive. Ma la Guerra di Jugoslavia portò la Uefa ad escludere la nazionale balcanica, invitando i danesi in Svezia. Da outsider, stupirono tutti, superando in semifinale l’Olanda di Van Basten (a cui Schmeichel para il rigore decisivo) ed in finale la fortissima Germania: 2-0, reti di Jensen e Vilfort. Il mondo si accorge tutto d’un tratto che anche la Danimarca sforna talenti, e che in porta gioca il più forte di tutti.

Correlati

14:00

08/12/2022

Edin Dzeko parla del suo futuro all’Inter. L’attaccante bosniaco è uno degli elementi della rosa nerazzurra con il...

Edin Dzeko parla del suo futuro all’Inter. L’attaccante bosniaco è uno...

14:00

08/12/2022

13:26

08/12/2022

Luis Enrique non è più il CT della Nazionale spagnola. In seguito all’eliminazione per mano del Marocco a Qatar 2022, la...

Luis Enrique non è più il CT della Nazionale spagnola. In seguito...

13:26

08/12/2022

Calcio e...

22:49

05/12/2022

Continua a stupire e regalare aggiornamenti importanti la vicenda che vede protagonista la Juventus nelle varie indagini in cui...

Continua a stupire e regalare aggiornamenti importanti la vicenda che vede...

22:49

05/12/2022

09:00

04/12/2022

Il 4 dicembre 2011 il mondo del calcio saluta, prematuramente, uno dei suoi interpreti migliori, Sòcrates. Si spegne a San...

Il 4 dicembre 2011 il mondo del calcio saluta, prematuramente, uno dei suoi...

09:00

04/12/2022