Nicolò Schira a CiP: “Sassuolo, il valzer dei (giovani) attaccanti italiani”

Il Sassuolo si muove per bloccare gli attaccanti italiani più promettenti e in estate saluterà Scamacca. Il punto di Nicolò Schira.

28/01/2022

12:18

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Charles McQuillan/Getty Images)

Il Sassuolo continua la sua ricerca sui giovani italiani promettenti, perno della programmazione del club neroverde. Con ogni probabilità, in estate, lascerà Scamacca, su cui ha messo gli occhi da tempo l’Inter di Marotta. Intanto, il Sassuolo, si avvicina ad un centravanti già nel mirino dei club italiani: si parla del giovane classe 2000 del Pisa Lorenzo Lucca. Ecco nel dettaglio i possibili movimenti, attraverso le indiscrezioni del nostro collaboratore Nicolò Schira al format C(ip) di Calciomercato. 

Sassuolo, Nicolò Schira sui movimenti del club neroverde

“Il Sassuolo vuole prendere i migliori attaccanti italiani giovani in circolazione, anche nelle categorie inferiori. Prenotati Lucca e Moro, l’idea è prenderli subito e lasciarli in prestito, rispettivamente a Pisa e Catania, anche se Moro è di proprietà del Padova. Si parla di un possibile esborso totale da 13-15 milioni di euro, perché in estate cederà Scamacca. Il giocatore piace all’estero, Borussia Dortmund e Arsenal in primis. Il giocatore, però, vuole restare in Italia. Corsia preferenziale per l’Inter che ha già l’accordo con il giocatore. La sensazione è che finirà all’Inter, così come Frattesi. Si potranno inserire delle contropartite, piacciono Pirola e Casadei”.