Pioli in vista di Milan-Napoli: “E’ una partita Scudetto”

Le dichiarazioni del tecnico del Milan Stefano Pioli in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato contro il Napoli.

17/09/2022

15:20

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Simone Arveda/Getty Images)

Big match in vista per il Milan di Stefano Pioli. I rossoneri domani sera alle 20:45 a San Siro ospiteranno il Napoli nella gara valida per la 7ª giornata di Serie A. Alla vigilia del match contro i partenopei, in conferenza stampa ha parlato il tecnico del Milan. Di seguito ecco un estratto delle sue dichiarazioni raccolte e riportate dai colleghi di Tuttomercatoweb.

Pioli: “Al posto di Leao può giocare Saelemaekers”

C’è una condivisione continua tra la squadra e i tifosi e in casa il Milan ha, fino ad ora, solo vinto…
“La carica dei tifosi è al massimo dei livelli e da loro stiamo prendendo tanta energia, che è ciò che ci serve per giocare il nostro calcio”.

Come cambia il Milan senza Leao?
“Partita difficile, contro un avversario che ha tutte le carte in regola per essere una grande squadra: hanno tecnica, qualità ed è ben allenata. Leao? Non conta chi mancherà domani, ma lo spirito e le qualità. Saelemaekers è un destro che può giocare a sinistra, può rientrare e tirare”.

Quanta intensità riuscirete a mettere domani?
“Sarà importantissimo, convocherò 25 giocatori, tutti disponibili e volenterosi. Come sale il livello degli avversari deve salire il livello delle nostre prestazioni. Siamo pronti e preparati per mettere in campo la miglior formazione possibile. Ritengo che sia meglio, dopo la Champions, affrontare un avversario che ha giocato la Champions. Immagino una partita entusiasmante, pallone su pallone, giocata su giocata, tanti duelli”.

Com’è il nuovo Napoli?
“Il Napoli ha Spalletti, fa sempre giocar bene le proprie squadre con una identità chiara e precisa. Il mercato gli ha permesso di comprare giocatori forse non così conosciuti, ma adatti”.

Pregi e difetti di Milan e Napoli.
“Spalletti ha avuto la sua preparazione e la sua strategia, poi domani dirò dove siamo stati superiori o inferiori a loro. Siamo due squadre simili, che manovrano, vanno in profondità, cercano di non essere passivi in fase difensiva. Chi sia meglio o peggio lo vedremo domani”.

Domani è il primo scontro Scudetto?
“È una sfida Scudetto, perché il campionato sarà talmente equilibrato perché 3 punti in più o in meno faranno la differenza; non tanto perché affrontiamo il Napoli, ma perché 3 punti possono segnare la differenza. Poi il campionato è molto lungo e ogni partita è la partita Scudetto”.