Possesso di materiale pornografico infantile: Metzelder nei guai

14/09/2020

23:00

• Tempo di lettura: 1 minuto

Tempo di lettura: 1 minuto

L’ex difensore centrale del Real Madrid e della nazionale tedesca Christoph Metzelder ha confessato di essere stato in possesso di materiale pedopornografico e di averlo diffuso ad alcuni suoi contatti.

Il 38enne ex calciatore sarebbe stato fermato dalla polizia a Colonia, dove stava seguendo un corso per allenatori organizzato dalla federcalcio tedesca.

L’inchiesta per detenzione e diffusione di materiale forografico a carattere pedopornografico è partita il 19 Agosto e martedì scorso la polizia ha effettuato un sequestro a casa di Metzelder dove avrebbe portato via almeno uno smartphone ed un pc portatile.

Secondo la stampa tedesca la denuncia sarebbe partita dalla sua ex compagna, con cui ha avuto una relazione di un anno, dopo che quest’ultima aveva ricevuto sul suo cellulare almeno 15 immagini contenenti pornografia infantile.

Sul telefono dell’ex nazionale tedesco sarebbero state ritrovati ben 297 archivi di foto relativi alla pedopornografia e a quanto pare ci sarebbe stata una confessione durante un interrogatorio a cui l’ex Borussia si sarebbe sottoposto nei giorni scorsi.

La portavoce della procura di Amburgo, Liddy Oechtering, ha dichiarato che stanno indagando e valutando le prove sequestrate per cercare di avere un quadro ancora più chiaro della situazione per giungere presto ad una conclusione.