Qatar 2022, guida ai gironi del Mondiale: il Gruppo C

Procediamo quindi con l’analisi del primo fra i gironi di Qatar 2022: il Gruppo C formato da: Argentina, Arabia Saudita, Polonia e Messico.

17/11/2022

11:56

• Tempo di lettura: 4 minuti

Tempo di lettura: 4 minuti

(Photo by Martin Dokoupil/Getty Images)

Qatar 2022 si avvicina a grandi passi, e le Nazionali stanno limando gli ultimi dettagli per presentarsi in pompa magna ai gironi della più prestigiosa delle manifestazione calcistica. Andiamo dunque ad analizzare, nei giorni antecedenti all’inizio, tutti i vari gironi della competizione, ponendo la lente d’ingrandimento su tutte le Nazionali partecipanti. Procediamo quindi con l’analisi del primo fra i gironi di Qatar 2022: il Gruppo C.

Qatar 2022, la presentazione dei gironi del Mondiale: il Gruppo C

Arabia Saudita

La pronosticata vittima sacrificale del gruppo C ha due assi nella manica per sfuggire al proprio destino. Il primo è la disputa del torneo per la prima volta nelle proprie vicinanze, in un contesto ambientale, climatico e sociale abbastanza simile. Il secondo è la quasi assoluta mancanza di notorietà dei propri giocatori.  Infatti la rosa dei convocati dal ct francese Hervé Renard pesca dal danaroso campionato interno, con Al-Shabab, Al-Nassr, Al-Ahli e Al-Hilal.

LEGGI ANCHE: Mercato Juve, i bianconeri su Vicario ma c’è concorrenza estera

Qatar 2022 Gruppo C
(Photo by AFP) (Photo by -/AFP via Getty Images)

Renard sembrerebbe avere le idee abbastanza chiare per una squadra già abituata a giocare a certe temperature, ma con un tasso tecnico sicuramente non all’altezza delle avversarie presenti nel proprio girone. Con molta probabilità l’Arabia Saudita scenderà in campo con un classico 4-3-3.

Messico

Il Messico si appresta ad essere una delle outsider di questo Mondiale anche se mancano dei giocatori di carattere internazionale. Nell’ultima edizione i messicani sono riusciti a buttare fuori la Germania campione del Mondo uscente già durante la fase a gironi. Niente “Chicharito” Hernandez in Qatar, e pure Jesús Corona detto il Tecatito deve dare forfait per motivi fisici. Il Tata Martino dovrà sopperire a queste assenze cercando di far giocare al meglio i suoi.

Anche per il Messico l’opzione più quotata è quella del 4-3-3 con i due esterni pronti a rientrare sul piede forte e tirare. L’unico dubbio di Martino è quello legato all’utilizzo della prima punta. Infatti, ci sarà un ballottaggio tra Raul Jimenez e Martin. L’attaccante del Wolverhampton non è ancora al meglio e Martino potrebbe virare su Martin in più di un’occasione.

Polonia

La nazionale più “italiana”, in assenza degli azzurri di Mancini. Il commissario tecnico Michniewicz ha deciso di affidarsi a ben undici protagonisti del campionato di Serie A. Negli ultimi quindici anni, più volte i presupposti a Varsavia erano tra i migliori ma non sono mai riusciti a rispettare le aspettative.  L’eliminazione ai gironi nell’ultimo Mondiale è ancora cocente e Lewandowski e i suoi dovranno fare meglio con i tanti campioni che circondano la squadra.

Qatar 2022 Gruppo C
(Photo by JANEK SKARZYNSKI/AFP via Getty Images)

Il modulo principe utilizzato da Michniewicz è il 3-4-2-1 che risulta essere sempre più offensivo che difensivo vista la qualità dei suoi calciatori, nonostante i due esterni di centrocampo si abbassino molto in fase di non possesso. Molto diversa rispetto alle scorse competizioni quando la Polonia preferiva giocare con 2 punte in modo tale da facilitare le cose a Lewandowski per andare a rete.

Argentina

Una delle favorite alla vittoria finale. L’Argentina è sempre tra le squadre papabili alla vittoria finale e ne testimonia anche la finale, persa, di 8 anni fa contro la super Germania. La squadra argentina nelle ultime annate non è mai riuscita a confermare le aspettative della vigilia. Quest’anno, però, la musica può cambiare con una Nazionale sicuramente più esperta e con meno lacune rispetto alle passate edizioni. Il nodo che vedeva l’Argentina solo forte davanti è ormai sciolto e tanti difensori argentini si stanno imponendo in Europa, su tutti Romero del Tottenham. La vittoria della Copa America nel 2021 è ancora fresca e Messi è determinato nel portarsi l’unico trofeo che gli manca a casa.

Qatar 2022
(Photo by Martin Dokoupil/Getty Images)

Scaloni oscillerà probabilmente tra il 4-3-2-1 e il 4-4-2, anche a seconda degli uomini che avrà a disposizione e soprattutto dagli avversari. L’assetto principale resta il primo, con Paredes che dovrebbe essere il vertice basso della linea mediana a tre con De Paul e uno tra McAllister e Gomez, che verranno scelti anche in base all’avversario che ci sarà di fronte. Rodriguez sarà invece la prima riserva di Paredes. In difesa la gerarchia sembrerebbe essere invece abbastanza chiara: Molina a destra, Tagliafico a sinistra con Romero e Lisandro Martinez al centro, Otamendi prima riserva. Il portiere titolare dovrebbe essere Martinez e non Musso, mentre in attacco regna l’abbondanza.

 

Qatar 2022

16:52

30/11/2022

Continuano senza sosta le sfide dei Mondiali di Qatar 2022. All’Education City Stadium di Al Rayyan è appena terminato il...

Continuano senza sosta le sfide dei Mondiali di Qatar 2022. All’Education...

16:52

30/11/2022

Dopo il poker subito dalla Francia di Rabiot, già aritmeticamente qualificata agli ottavi di finale di Coppa del...

Dopo il poker subito dalla Francia di Rabiot, già aritmeticamente qualificata agli...

16:48

30/11/2022