Ranieri a Radio Rai: “Per lo scudetto tutto aperto”

Il tecnico italiano si è lasciato andare ad un commento sulla situazione attuale del calcio italiano, dando la sua opinione sulla lotta scudetto.

21/03/2022

10:00

• Tempo di lettura: 4 minuti

Tempo di lettura: 4 minuti

(Photo by Alex Pantling/Getty Images)

Claudio Ranieri ha analizzato il momento del calcio italiano in un’intervista rilasciata a Radio Rai. Il tecnico azzurro ha espresso il suo parere sulla lotta scudetto e sui problemi delle italiane in Europa, lasciandosi andare ad una battuta sul suo ritorno in panchina. Ecco le sue parole, riportate da TMW.

Ranieri Radio Rai
(Photo by ADRIAN DENNIS/AFP via Getty Images)

Le parole di Ranieri a Radio Rai

Sulla Roma
“Mourinho ha già trovato le coordinate giuste, la Roma a volte ha alti e bassi inspiegabili ma serve solo tempo al portoghese, che poi riuscirà a far risalire i giallorossi. Zaniolo nell’ultima gara di Coppa non era apparso in gran forma e avendo l’allenatore il polso della situazione credo che abbia fatto bene a lasciarlo fuori. Tornerà in campo sicuramente quando sarà al 100%”.

LEGGI ANCHE: Juventus-Dybala, prove di rinnovo: oggi l’incontro

Ha terminato le sue vacanze?
“Le vacanze sono forzate (ride ndr), quando arriverà un buon progetto tornerò in pista”.

Il Milan merita lo scudetto?
“Sta giocando sulle ali dell’entusiasmo, con un gioco spumeggiante. Sono tutti con Pioli ed è bello. Tutto è ancora aperto, tutti possono competere e molto dipenderà da chi riuscirà a superare meglio i vari scogli, al momento non c’è una vera favorita”.

L’Inter è in crisi?
“All’inizio, pur con lo scudetto sul petto, non era partita con i favori del pronostico, è arrivata in vetta e poi ci sta un calo fisiologico. Vediamo cosa succederà nelle prossime otto giornate, nove per i nerazzurri. Conta l’esperienza nel rush finale, non la vedo esclusa assolutamente. Ci sono grandi partite da giocare”.

Rimonta clamorosa della Juventus in campionato, ma male in Champions.
“La questione è sul ritmo, all’estero si gioca con meno tatticismi ma con un ritmo devastante. Ogni partita sembra una finale e questo ci fa male. A volte siamo più propensi alla tattica, all’estero non sono alla nostra altezza, ma a livello di pressione e voglia di fare gol sono avanti a noi”.

Può essere l’anno del Napoli?
“Sicuramente può mirare allo scudetto. La parte buona del tifo, quella che ti fa volare e non ti mette un peso, deve fare la sua parte. Osimhen e Fabian stanno facendo un grande campionato, c’è grande entusiasmo. Il Napoli non dipende dal nigeriano, è ben assemblato. Chiaro che il goleador faccia la differenza, ma sono tutti importanti”.

Ranieri Radio Rai
(Photo by Jan Kruger/Getty Images)

Cosa pensa del VAR?
“Sono favorevole perché ha eliminato tanti errori ma è migliorabile. Tutto è migliorabile e penso che non debba essere usato solo in area di rigore. È giusto puntare sui giovani arbitri ma in alcune partite l’esperienza è necessaria, così come abbiamo visto ieri in Venezia-Sampdoria con Orsato che ha gestito al meglio le situazioni”.

Per quali dei giovani allenatori italiani che le piacciono di più?
“Italiano sta facendo un grandissimo lavoro alla Fiorentina, ha fatto 17 punti in più rispetto all’anno scorso e la sua squadra è un’orchestra ben organizzata. Mi piacciono poi anche Juric e Tudor”.

Cosa le piace del Milan di Pioli?
“Mi piace molto Stefano, un ragazzo d’oro molto preparato e molto calmo. L’ho avuto 4 anni da giocatore alla Fiorentina e nello spogliatoio c’è gioia e determinazione”.

Terrebbe Dybala alla Juve?
“Non lo lascerei andare via mai uno così, amo sempre il giocatore che lega il gioco. Oltre a questo l’argentino fa anche gol, ma non sono decisioni che spettano a me, ci devono pensare l’allenatore e la società”.

Perché non ci sono squadre italiane agli ottavi di Champions?
“Da una parte ci sono i soldi, dall’altra le idee. In Germania non ci mettono tanti milioni ma fanno le cose bene. Ci sono poi i momenti storici, questo è un momento no per noi, ma riusciremo a trovare il bandolo della matassa”.

 

Correlati

09:00

21/03/2022

L’ex tecnico del Milan e della Nazionale, Arrigo Sacchi, ha parlato alla Gazzetta dello Sport del progetto Elliot,...

L’ex tecnico del Milan e della Nazionale, Arrigo Sacchi, ha parlato alla...

09:00

21/03/2022

08:30

21/03/2022

Belli da Mourinho, potrebbe essere questo uno striscione in grado di sintetizzare la partita di ieri: un Derby della Capitale a...

Belli da Mourinho, potrebbe essere questo uno striscione in grado di sintetizzare la...

08:30

21/03/2022

Serie A

20:39

01/10/2022

Dopo la vittoria del Napoli contro il Torino, domani toccherà all’Atalanta provare a mantenre il ritmo degli uomini di...

Dopo la vittoria del Napoli contro il Torino, domani toccherà all’Atalanta...

20:39

01/10/2022

20:27

01/10/2022

È notte fonda per l’Inter di Simone Inzaghi. I nerazzurri sono stati sconfitti per 2-1 in casa nella gara contro la Roma...

È notte fonda per l’Inter di Simone Inzaghi. I nerazzurri sono stati...

20:27

01/10/2022