Supercoppa Spagnola: a Gedda si scontrano Real e Barcellona

Un format diverso ma non meno affascinante. El Clasico è pronto a regalare spettacolo

12/01/2022

18:50

• Tempo di lettura: 4 minuti

Tempo di lettura: 4 minuti

Sara pure una Supercoppa d’Arabia ma El Clasico tra Real Madrid e Barcellona è sempre una partita interessante da tanti punti di vista.

Quella che si giocherà stasera a partire dalle 20.00 allo stadio King Abdullah Sports City di Gedda, in Arabia Saudita, sarà la 247ª partita ufficiale tra le due squadre più importanti del calcio spagnolo. Real e Barça si affrontano in una supercoppa diversa dalle altre supercoppe europee.

LEGGI ANCHE: Juventus, su Arthur c’è l’interesse dell’Arsenal: possibile prestito

Un format particolare

Mentre fino a qualche anno fa la competizione vedeva contrapporsi i vincitori della Liga contro i vincitori della Copa del Rey, dal 2020 il format è stato rivoluzionato per offrire più spettacolo ed aumentare i ricavi.
Ecco allora l’evoluzione in un mini-torneo composto dai vincitori della Liga e della Copa ma anche dai secondi classificati del campionato e della Copa del Rey.
Da una parte del tabellone di questa Supercoppa troviamo Real Madrid e Barcellona, rispettivamente seconda classificata in Liga e vincitrice della scorsa Copa.
Dall’altra parte invece si affronteranno l’ Athletic Bilbao, secondo classificato della coppa nazionale, e l’Atletico Madrid campione di Spagna.

Saranno Galattici?

Il posizionamento nel calendario della Supercoppa Spagnola la rende il giro di boa della stagione e quindi il tempo di primi bilanci.

Il Real Madrid è saldamente in testa alla classifica del campionato spagnolo e conduce la classifica a cinque punti dal Siviglia seconda.
Il ritorno di Carlo Ancelotti sembra aver risollevato una squadra che aveva terminato la scorsa stagione con zero titoli come non succedeva da tempo.
Il sorteggio di Champions sfortunato contro il Paris Saint Germain rischia di essere l’unico momento stonato di questa stagione ma il Real ha tutte le carte in regola per giocarsela alla pari e passare il turno.

Oltre al centrocampo stellare, il Real Madrid ha trovato in Vinicius Jr. un altro punto di forza imprescindibile. Seppur giovanissimo, il talento brasiliano sta sorprendendo partita dopo partita ed è già a quota 12 gol e 4 assist in campionato.

La vera punta di diamante di questo Real è però Karim Benzema.
Il francese, che dopo l’addio di Cristiano Ronaldo sembra aver iniziato la parte migliore della sua carriera, è il leader tecnico e mentale dei Blancos.
I 17 gol segnati in 20 partite di Liga fanno capire chi potrebbe vincere il Trofeo Pichichi quest’anno.

Rifondazione catalana

Se da una parte abbiamo il miglior attacco e la terza miglior difesa di Spagna, dall’altra abbiamo una squadra che sta cercando di mettere assieme i cocci di anni di scelte sbagliate.
Il Barcellona sta vivendo la stagione peggiore della sua storia recente e il sesto posto in classifica a +1 dal neo-promosso Rayo Vallecano è la fotografia del momento grigio in casa Blaugrana.

Nelle ultime partite i risultati sono stati altalenanti. Sebbene il Barcellona sia riuscita ad inanellare sei risultati utili consecutivi in campionato, ha perso punti importanti contro il Siviglia e soprattutto contro il modesto Granada.
In Copa del Rey il Barça ha vinto contro il Linares Deportivo, squadra di terza divisione, ma rimontando lo svantaggio di un gol nell’ultima mezz’ora.

L’addio di Messi in estate e il prestito di Griezmann quasi regalato all’Atletico hanno scontentato tantissimi Culers ma anche la Dea Bendata ha giocato qualche brutto scherzo al Barça.
In questo senso il ritiro inaspettato di Agüero, arrivato per essere uno dei volti del nuovo Barcellona, è stato un brutto colpo da assorbire per i catalani.

La squadra consegnata a Xavi a fine novembre è lontana dai fasti del passato ma ha tanti giovani provenienti dalla leggendaria cantera che fanno ben sperare.

Eric García, Gavi, Pedri e Ansu Fati possono costituire la spina dorsale del Barcellona del futuro per una programmazione che riparte dal settore giovanile.

L’innesto nel mercato invernale di Ferran Torres, prelevato dal Manchester City per 55 milioni di euro, fa capire come il Barcellona intenda seguire una linea verde con un progetto a lungo termine e rimettendo i giovani al centro del villaggio.

El Clasico è El Clasico…

La Supercoppa di stasera ha una squadra che parte senza dubbio come favorita ma El Clasico tra Real Madrid e Barcellona può regalare sempre sorprese.

Il Real farà a meno di Alaba infortunato mentre nel Barcellona toccherà ai giovani Gavi e Nico fronteggiare il trio galactico composto da Modric, Casemiro e Kroos.

Chi la spunterà?

Calcio Estero

13:00

22/05/2022

Il PSG e Angel Di Maria si sono detti addio. Il giocatore argentino, obiettivo di mercato della Juventus,  ha giocato ieri la...

Il PSG e Angel Di Maria si sono detti addio. Il giocatore argentino, obiettivo di...

13:00

22/05/2022

Dopo le delusioni della stagione appena conclusa, il PSG ha dato inizio alla rivoluzione in tempo di record, ed il primo a farne...

Dopo le delusioni della stagione appena conclusa, il PSG ha dato inizio alla...

09:55

22/05/2022