Roma-Bodo Glimt 3-0: giallorossi straripanti nel segno di Zaniolo

Padroni di casa straripanti nei primi 45 minuti.

14/04/2022

21:48

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Filippo MONTEFORTE / AFP) (Photo by FILIPPO MONTEFORTE/AFP via Getty Images)

La Roma per ribaltare la sconfitta dell’andata, il Bodo Glimt per realizzare l’ennesima impresa europea. Questi i temi di Roma-Bodo Glimt, ritorno dei quarti di finale di Conference League. Mourinho rilancia Zaniolo in coppia con Abraham, nei norvegesi torna Solbakken. Di seguito la cronaca del match.

Roma-Bodo Glimt, il primo tempo

Roma-Bodo Glimt
(Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

La partenza è tutta di marca giallorossa. Gli uomini di Mourinho partono a spron battuto trovando subito il vantaggio con Abraham che insacca dopo una respinta del portiere norvegese su un colpo di testa di Cristante (5′). La partita si mette subito benissimo per la Roma che sfiora per altre due volte il raddoppio prima con Mkhitaryan e poi con lo stesso Abraham: le conclusioni escono di pochissimo a lato. Al minuto 22 la Roma va vicinissima al raddoppio con Pellegrini, ben servito da Cristante: miracolo di Haikin. Il raddoppio arriva due minuti più tardi: grande scambio Pellegrini-Abraham, il capitano della Roma lancia Zaniolo che è freddo a tu per tu con il portiere norvegese. Lo stesso Zaniolo subito dopo sfiora il tris con un missile che sfiora la traversa da dentro l’area. Al  minuto 27 si vede il Bodo: Rui Patricio è bravo su un tiro di Vetlesen dal limite. Si tratta di un semplice fuoco di paglia. I padroni di casa trovano il 3-0 sempre con Zaniolo assistito benissimo da Zalewski: il numero 22 con un morbido scavetto supera Hiaikin in uscita. Dopo la terza rete gli uomini di Mourinho gestiscono senza affondare. All’ennesima ripartenza però i giallorossi sfiorano la rete del 4-0: conclusione di Pellegrini dal limite, respinta di Haikin e Abraham non riesco a coordinarsi per il tap-in. Subito dopo lo stesso Haikin è miracoloso su Abraham, ben servito da Karsdorp. Si va al riposo coi giallorossi meritatamente avanti.

LEGGI ANCHE: Atalanta, Gasperini: “Rigore? Sui falli di mano c’è tanta confusione”