Roma-Salernitana 2-1: Carles Perez e Smalling ribaltano i granata

Nel finale di gara i giallorossi riescono a venire a capo dell'enigma campano. Le reti di Carles Perez e Smalling regalano il successo a Mourinho.

10/04/2022

19:59

• Tempo di lettura: 4 minuti

Tempo di lettura: 4 minuti

(Photo by FILIPPO MONTEFORTE/AFP via Getty Images)

Roma-Salernitana termina 2-1. Partiamo dalla fine per descrivere una partita senza tempo, emblema dell’ultimo Mourinho italiano. Una gara sofferta da parte dei suoi, condotta per lunghi tratti dalla Salernitana avanti all’alba del match grazie ad un gran gol di Radovanovic. Ma nel finale, i padroni di casa, grazie ai cambi dell’allenatore portoghese e alla spinta di un Olimpico finalmente tornato a vibrare di passione sono riusciti prima a pareggiare e poi a fare loro l’intera posta in palio. Le reti decisive sono state realizzate da Carles Perez e Smalling. La Roma grazie a questo importante successo si riprende il quinto posto in classifica con 57 punti. La Salernitana che non ha demeritato, nonostante la buona partita disputata, resta all’ultimo posto con appena 16 punti.

 

Roma-Salernitana, la cronaca

Partono fortissimo i padroni di casa che mettono in apprensione la difesa ospite per due volte nei primi 5′ di gioco. Prima è Felix ha scatenare il panico nella retroguardia granata, poi è Mkhitaryan ad impegnare Sepe con una conclusione dal limite. Al 12′ è la Salernitana a rendersi pericolosa con un tiro dal limite di Ederson che costringe Rui Patricio a deviare in calcio d’angolo. Dopo lo scampato pericolo la Roma torna a farsi viva dalle parti di Sepe con Mkhitaryan che servito da El Shaarawy calcia malamente a lato da buona posizione. Il match si sblocca al 22′ quando Radovanovic lascia partire un fendente direttamente da calcio di punizione e lascia impietrito Rui Patricio. Cambia dunque il punteggio con la Salernitana avanti per 1-0. Dopo il gol subito la Roma fatica ad imbastire una reazione. Grandi proteste dei giocatori in campo, della panchina e di tutto il pubblico giallorosso per un contatto in area campana tra Obi e Mkhitaryan al 32′. L’arbitro però decide di far proseguire l’azione ed il Var giudica giusta la decisione presa dal direttore di gara in campo. Al 40′ grandissima accelerazione di Felix sulla corsia sinistra, il ghanese viene steso in area di rigore da Gyomber, il calcio di rigore in diretta sembrava netto ma dopo un consulto con il Var l’arbitro decide che si tratta di punizione dal limite dell’area. La prima frazione di gioco si chiude con la Salernitana in vantaggio per 1-0.

Roma-Salernitana
(Photo by FILIPPO MONTEFORTE/AFP via Getty Images)

Durante l’intervallo di Roma-Salernitana, Jose Mourinho mette mano alla panchina. Ad inizio ripresa in campo Zaniolo al posto di Kumbulla. I giallorossi ci provano con Abraham al 48′, ma l’inglese sbaglia l’ultimo controllo e permette il recupero di Sepe in presa bassa. La Salernitana ci prova con Coulibaly al 49′, il suo tiro però è alto. Il primo cambio tra le fila dei campani arriva al 59′ quando Dragusin prende il posto di Ranieri. La Roma costruisce la più nitida palla gol al 60′, quando Karsdrop serve Felix, il ghanese colpisce di testa indisturbato al centro dell’area di rigore ma mando la palla clamorosamente a lato. Giallorossi ancora ad un passo dal pareggio al 63′ con Zaniolo che si vede deviare in angolo da Sepe una conclusione bassa ed angolata. Nicola effettua un doppio cambio al 65′ quando manda in campo Zortea e Kastanos per Obi e Bohinen. Il tecnico della Roma risponde con un triplo cambio al 67′. Entrano Carles Perez, Shomurodov e Zalewski per Felix, Sergio Oliveira e El Shaarawy. Clamorosa occasione per la Salernitana al 73′: Ederson (tra i migliori in campo), serve un assist perfetto per Kastanos, il cipriota calcia a botta sicura, deve superarsi Rui Patricio per negare la gioia del raddoppio agli ospiti. Al 74′ ultimo cambio per la Roma con Veretout che prende il posto di Cristante. Rispondono i granata con Verdi e Jaroszynski in campo al posto di Ribery e Mazzocchi. Il pareggio della Roma arriva all’81’ con Carles Perez che prende palla dal limite dell’area e lascia partire un sinistro a giro che non lascia scampo a Sepe. I giallorossi galvanizzati dal pareggio e da un Olimpico che alza i decibel all’inverosimile vanno vicini al vantaggio all’84’ con un tiro di Shomurodov che termina di poco alto sulla traversa. La Roma però spinge forte e trova la rete con Smalling bravo a deviare sottomisura una palla proveniente direttamente da calcio di punizione. Gli uomini di Mourinho riescono dunque a ribaltare il match in cinque minuti ed ora conducono per 2-1. Nel finale Zaniolo sbaglia un gol già fatto calciando alto. Roma-Salernitana termina con la vittoria dei giallorossi.

Correlati

09:00

26/06/2022

Il mercato della Salernitana ruota attorno alle cessioni, e fra queste rientra certamente quella di Milan Djuric. Il bosniaco ha...

Il mercato della Salernitana ruota attorno alle cessioni, e fra queste rientra...

09:00

26/06/2022

08:30

26/06/2022

Una delle più classiche storie di Cenerentola legate al mondo del calcio si verifica il 26 giugno del 1992. In quel giorno la...

Una delle più classiche storie di Cenerentola legate al mondo del calcio si...

08:30

26/06/2022

Serie A

09:00

26/06/2022

Il mercato della Salernitana ruota attorno alle cessioni, e fra queste rientra certamente quella di Milan Djuric. Il bosniaco ha...

Il mercato della Salernitana ruota attorno alle cessioni, e fra queste rientra...

09:00

26/06/2022

08:00

26/06/2022

Certi nomi lasciano un’impronta indelebile nella storia. Si parlerà di loro per sempre, in un omaggio perpetuo che –...

Certi nomi lasciano un’impronta indelebile nella storia. Si parlerà di loro...

08:00

26/06/2022