Salernitana, il ds De Sanctis: “Ederson ha deciso di restare”

Il nuovo direttore sportivo amaranto sul brasiliano: "La trattativa con l'Atalanta è attualmente bloccata, non ci sono le condizioni".

02/07/2022

12:40

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

Photo by Getty Images

Morgan De Sanctis conferma la permanenza di Ederson. E non solo. Il nuovo direttore sportivo della Salernitana si presenta e svela diversi dettagli interessanti sulle prossime mosse del club campano.

ederson salernitana
(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

De Sanctis trattiene Ederson: “Non ci sono le condizioni con l’Atalanta”

Diventato operativo da ieri, De Sanctis prende il posto di Walter Sabatini come ds della Salernitana. Nella conferenza stampa di presentazione, riportata integralmente da Tuttomercatoweb, fa chiarezza innanzitutto su uno dei giocatori più richiesti della rosa: “Ederson ha deciso di restare alla Salernitana, questa cosa mi fa enormemente piacere. Non si sono realizzate le condizioni soddisfacenti per il calciatore nei confronti dell’Atalanta. L’operazione è momentaneamente bloccata. Ma potremmo muoverci lo stesso su Lovato“.

LEGGI ANCHE: Salernitana, Sabatini sull’addio: “Via da Salerno per un equivoco”

Tante le indicazioni svelate da De Sanctis: “E’ evidente che puntiamo tutti al rafforzamento della rosa. Fino a ieri ho potuto fare dei sondaggi a titolo personale, sono ufficialmente il direttore sportivo da 24 ore. Stiamo immaginando alcuni profili che possono migliorare l’organico, c’è bisogno di un po’ di tempo affinché si capisca cosa la Salernitana vuole fare. Vogliamo chiudere le varie operazioni imbastite nel più breve tempo possibile, senza però farci prendere dalla fretta che, come si dice, è cattiva consigliera”. 

Qualche nome però viene scucito dal nuovo ds, come Brereton e Bonazzoli: “Nel primo caso posso dire che è un giocatore che ci piace, ma fa parte di un mercato come quello inglese che è difficilmente attaccabile. Questo tipo di calciatore ha bisogno di tempo per capire quanto sia importante il progetto della Salernitana, a mio avviso è la piazza giusta per farlo crescere. Quanto a Bonazzoli, abbiamo deciso di non riscattare nessuno. In quel momento lì non ero nel pieno delle mie funzioni, ma la società si è mossa in modo logico rispetto alle condizioni che erano state concordate nei mesi precedenti. E’ stato un modus operandi intelligente. Da ieri sto pensando fortemente di riportarlo a Salerno, ma percepisco più voglia da parte della Salernitana che dell’atleta“.

Anche l’Amministratore Delegato Milan ha fatto dei nomi in entrata, soprattutto di giovani italiani. De Sanctis risponde così: “Okoli, Lovato e Pirola, così come Cambiaso e Pinamonti. Tutti sanno che noi ci siamo e li aspettiamo, solo Pinamonti sta facendo riflessioni che vanno rispettate. E noi lo aspettiamo, senza problemi. Non a vita, ma saremmo felici di averlo in organico“.

Su come la squadra verrà disposta in campo da parte del tecnico Davide Nicola De Sanctis commenta: “Di base costruiremo un organico in funzione di un 3-5-2, ma sottolineo che Nicola non è un integralista. Dico con grande entusiasmo che il nostro obiettivo è la salvezza, fosse anche alla penultima giornata. Sarebbe un grande risultato, è la nostra base di partenza. Quest’anno ci dobbiamo consolidare, i tifosi devono sposare la nostra filosofia e sono convinto che ci daranno una mano. Ma non si pensi che in 2 mesi o 12 mesi possiamo arrivare chissà dove. Rivendico l’identità della Salernitana e non faccio paragoni, ma per ogni cosa ci vuole tempo”. 

Mentre sul rapporto con il presidente Iervolino: “Io decido, il presidente comanda. Non impone, che è ben diverso. Mi sento di essere sulla nave giusta. Ho due collaboratori che mi daranno una grossa mano, c’è un confronto quotidiano con lo staff tecnico. Oggi siamo tutti allineati, puliti, sulla stessa barca. E qualunque cosa accada ritengo che i panni sporchi si lavino in famiglia. Non vogliamo nessun tipo di intrusione“.