Sassuolo, Carnevali: “Ho parlato con l’Inter per Scamacca e Raspadori”

Giovanni Carnevali ha rilasciato dichiarazioni importanti alla vigilia di Juventus-Sassuolo. Da Locatelli a Scamacca e Raspadori.

26/10/2021

15:00

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Alla vigilia dell’importante match contro la Juventus, Giovanni Carnevali ha rilasciato importanti dichiarazioni a Tuttosport. Si è parlato di Juventus, di Inter, di Scamacca, Raspadori e Locatelli; e perfino di Vlahovic. Tutte le parole dell’ad del Sassuolo.

Su Cherubini

LEGGI ANCHE: Serie A, dove vedere le partite della 10^ giornata in tv

“Ho perso il conto degli incontri con Cherubini. Per fortuna questa volta è una partita, non una riunione di mercato. Mi fa piacere rivederlo, è un amico e un ottimo dirigente, un mix dei suoi maestri Marotta e Paratici”.

Sulla trattativa Juventus-Locatelli

“La trattativa più lunga, non la più difficile. La trattativa più complicata è stata quella con Lotito per la cessione di Acerbi alla Lazio. Con la Juventus però abbiamo sfiorato più volte la rottura. Poi per fortuna siamo riusciti a trovare un buon accordo per tutti. I bianconeri hanno compiuto uno sforzo importante per venire incontro alle nostre richieste. “Chi sostiene che lo abbiamo regalato probabilmente è poco competente di contratti. Noi incasseremo quanto volevamo. Alla fine siamo soddisfatti noi e lo sono la Juventus e Locatelli, che ha sempre voluto soltanto i bianconeri”.

Come lo accoglierà nel match contro la Juventus?

“Lo abbraccerò e gli ricorderò che mi deve ancora una cena. Questo perché quando questa estate gli ho comunicato che finalmente avevamo raggiunto l’accordo con la Juventus, mi ha detto: ‘Direttore, le devo una cena’. Io gli risposi: ‘Manuel, te la cavi con poco’. L’idea è quella di andare a mangiare la pizza nello stesso ristorante di Milano dove ci siamo incontrati per caso la prima volta”.

Carnevali, cosa ne pensa del passaggio di Locatelli alla Juventus?

“Ci auguriamo tutti che Manuel faccia bene, perché restiamo sempre legati ai nostri ragazzi. Mi sembrava già molto forte da noi, però alla Juventus mi pare sia cresciuto ancora”.

Sui bonus legati alle presenze di Locatelli in bianconero

“Ci sono, per noi l’importante è che Manuel giochi tanto. Se segna però non esulto, Carnevali  festeggia soltanto ai gol del Sassuolo. Arriviamo a Torino per giocarcela fino alla fine, com’è nello spirito del Sassuolo”.

Su Allegri

“È sempre un piacere rivederlo. Anche se Max è meglio incontrarlo a cena, lì ti fa divertire, mentre in partita, ti fa soffrire. Allegri è il valore aggiunto della Juventus, è stato il grande colpo estivo dei bianconeri e in un certo senso è lui il vero acquisto che sostituisce Ronaldo”.

Su Scamacca e Raspadori: tra Inter e Juventus

“È vero, con Marotta ho parlato di entrambi, mentre con Cherubini no, per ora. Sicuramente a gennaio non se ne vanno, in estate vedremo. Il principio è lo stesso: noi siamo pronti a vendere i nostri ragazzi alle big, ma soltanto se le offerte sono soddisfacenti. Come è successo con Locatelli”.

Su Vlahovic

“Spero resti in Italia per il bene del campionato. In questo momento, però, è più facile che un’offerta per un talento del genere arrivi dall’estero”

Sul pareggio della Juventus contro l’Inter

“Sono stati fortunati, anche se, ad essere sinceri, nel secondo tempo hanno meritato il pari. Speriamo che la Juventus abbia esaurito il jolly della fortuna contro l’Inter”.