Serie A, Amazon interessata ai diritti: le parole della country manager

Amazon riflette sull'acquisto dei diritti televisivi del campionato di Serie A.

26/06/2022

22:20

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Tiziana FABI / AFP) (Photo by TIZIANA FABI/AFP via Getty Images)

I diritti televisivi della Serie A potrebbero essere oggetto di un cambio di mano di altissimo livello, da qui al prossimo futuro. Tra i pretendenti per il massimo campionato italiano, ci sarebbe Amazon. Azienda già inserita nel settore dei diritti televisivi legati al calcio. L’azienda di proprietà di Jeff Bezos infatti, tramite il suo servizio Amazon Prime, detiene i diritti in esclusiva di una partita di Champions League ogni mercoledì, a partire dalla fase a gironi. Quest’anno, tra le altre, ha trasmesso match come Inter-Real Madrid, Juventus-Chelsea e Real Madrid-Manchester City.

Serie A
(Photo by MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

Le parole di Mariangela Marseglia sul possibile inserimento di Amazon in Serie A.

Amazon sarebbe molto interessato ai diritti TV relativi al campionato italiano. Stando alle parole di Mariangela Marseglia, country manager Italia e Spagna per la nota multinazionale, l’idea è stata messa al vaglio.

LEGGI ANCHE: Mercato Cremonese, col Sassuolo si trattano Chiriches e Sernicola

L’Italia è fra i paesi con più appassionati di calcio al mondo“, ha affermato Marseglia a Milano Finanza. “Perciò abbiamo deciso di investire per offrire ai clienti la Champions League per tre anni. Al momento non abbiamo altri annunci in programma, ma ovviamente osserviamo sempre il mercato“.

Un possibile ingresso di Amazon in Serie A potrebbe portare ad un ulteriore frammentazione del pacchetto dei diritti. Attualmente DAZN detiene la totalità delle partite di ogni giornata di campionato, di cui tre a settimana in comproprietà con Sky. L’accordo vale per il triennio 2021-2024, quindi durerà ancora per due stagioni intere. La possibilità che Amazon possa affondare il colpo sui diritti TV della Serie A, da qui a 2 anni, è molto concreta.