Serie A, Ferrieri Caputi: “Esordio da sogno. Ho un obiettivo chiaro”

L'arbitro ha raccontato le emozioni dell'esordio nella massima serie.

04/10/2022

14:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Getty Images)

Intervistata dal Corriere dello Sport, Maria Sole Ferrieri Caputi ha raccontato le proprie emozioni per l’esordio in Serie A nella gara tra Sassuolo e Salernitana, prima donna arbitro della storia del campionato italiano. Di seguito le sue dichiarazioni.

Serie A, le parole di Maria Sole Ferrieri Caputi dopo l’esordio

Serie A Ferrieri Caputi
(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

IL GIORNO DOPO – “Come è non lo so, ancora non ho avuto modo di fermarmi, tutto troppo veloce. Vorrei avere un momento per me per vivermi tutto, in serenità”.

LEGGI ANCHE: Udinese, Deulofeu secondo solo a Messi in una statistica: il dato

GIUDIZIO – “I giudizi li dà il mio designatore, Gianluca Rocchi. Penso che sul rigore forse potevo avere un maggior angolo di visuale, ma il mio spostamento su una ripartenza complessivamente non mi è dispiaciuto. Anche se la posizione giusta, perfetta, non c’è mai”.

ESORDIO – “Bellissimo, me lo avevano detto, non ci ho creduto, almeno fino a quando non sono entrata sul terreno di gioco”.

Serie A, gli obiettivi di Ferrieri Caputi

Serie A Ferrieri Caputi
(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

SOGNO – “Una grande competizione a livello femminile, il prossimo anno c’è il Mondiale, è difficile, oppure gli Europei e il Mondiale successivo”..

RINUNCE – “All’Erasmus, anche se tanti sono riusciti a fare entrambe le cose. Io no, un limite mio. Pensavo che per un arbitro, perdere una stagione sportiva potesse voler dire molto. Anche se penso sia un’esperienza molto formativa. Ma non è tutto, perché le rinunce sono continue. E non finiranno qui”.

DONNA IN UN AMBIENTE MASCHILE – “Non mi piace il giudizio continuo, al quale noi donne siamo più esposte, sia che tu sia riservata, sia che tu sia estroversa. Succede nel mondo, non nell’AIA o nel calcio. Se poi tutto questo si porta in un mondo “maschile” come quello del calcio, sento che spesso devo stare attenta alle cose. E sinceramente spero che mi si giudichi come arbitro e non come donna, per una società più evoluta. Giudicate per il proprio lavoro e non per come ci si veste o ci si comporta”.

Correlati

12:30

04/10/2022

Kvicha Kvaratskhelia con la maglia della Juventus. Per i tifosi del Napoli sarebbe un colpo al cuore. Ma non è...

Kvicha Kvaratskhelia con la maglia della Juventus. Per i tifosi del Napoli sarebbe...

12:30

04/10/2022

Calcio in Pillole cresce e non intende fermarsi. Anche questa stagione vogliamo continuare a raccontarvi quello che amiamo: il...

Calcio in Pillole cresce e non intende fermarsi. Anche questa stagione vogliamo...

12:00

04/10/2022

Serie A

20:00

30/11/2022

L’Amministratore Delegato di Exor (la holding che possiede la Juventus) John Elkann è intervenuto in occasione...

L’Amministratore Delegato di Exor (la holding che possiede la Juventus) John...

20:00

30/11/2022

18:35

30/11/2022

La Juventus emette un comunicato ufficiale in merito alle tanti voci scaturite dopo le dimissioni di tutto il Consiglio...

La Juventus emette un comunicato ufficiale in merito alle tanti voci scaturite dopo...

18:35

30/11/2022