Serie A, no del CTS all’aumento di pubblico negli stadi

26/09/2020

19:26

• Tempo di lettura: 1 minuto

Tempo di lettura: 1 minuto

Dopo il via libera alla riapertura degli stadi per un massimo di 1000 spettatori, ci vorrà ancora un po’ di tempo prima di rivedere il pubblico delle grandi occasioni negli impianti di Serie A.

Il Comitato Tecnico Scientifico, infatti, ha comunicato il proprio parere negativo alla proposta delle Regioni di aumentare, fino al 25% della capienza totale, la presenza del pubblico all’interno degli stadi: mancherebbero le condizioni epidemiologiche.

Questo uno stralcio della nota pubblicata dal CTS: “Gli eventi sportivi rappresentano la massima espressione di criticità per la trasmissione del virus, anche in considerazione del recente avvio dell’anno scolastico, il cui impatto sulla curva epidemica dovrà essere oggetto di analisi nel breve periodo, il Cts ritiene che, sulla base degli attuali indici epidemiologici ed in coerenza con quanto più volte raccomandato, non esistano al momento le condizioni per consentire negli eventi all’aperto e al chiuso, la partecipazione degli spettatori nelle modalità indicate dal documento predisposto dalla Conferenza delle Regioni e Province Autonome“.