Sheriff, Castaneda: “Stiamo vivendo un sogno”

Le dichiarazioni dell'attaccante dei moldavi in vista della sfida di Champions League contro l'Inter.

18/10/2021

13:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images)

Lo Sheriff Tiraspol si appresta a fare il suo debutto alla “Scala del Calcio”. La squadra moldava, dopo aver espugnato il tempio del Bernabeu domani sera proverà a ripetersi contro l’Inter nella gara valida per la terza giornata del Girone D di Champions League. In vista della partita contro i nerazzurri, a L’Interista ha parlato l’attaccante Frank Castaneda. Ecco le sue dichiarazioni:

“Le prime due vittorie nel girone sono state un sogno per tutti noi, come squadra ed anche a livello personale vincere queste prime due partite, prima con lo Shakhtar, poi al Santiago Bernabeu con il Real. Questo sogno lo stiamo vivendo ad occhi aperti e ce lo stiamo godendo, è un momento molto bello per la nostra carriera di calciatori”.

“Giocare a San Siro contro l’Inter sarà il compimento di un altro sogno. Un club storico, dove hanno giocato anche grandi calciatori colombiani. Lo seguo molto e l’ho seguito molto anche in passato, da quando ci giocava Ivan Ramiro Cordoba. Un grande campione ed un esempio, seguii le sue partite in nerazzurro fino alla storica vittoria del Triplete. Immagina ora cosa provo a giocare contro questa squadra, nel suo stadio, in Champions: un sogno! Sarà speciale per me”.

“L’Inter è una squadra che ha scritto la storia, una grande del calcio mondiale. E’ un sogno per me giocare a San Siro, uno dei palcoscenici più grandi e belli dove giocare a calcio. I suoi tifosi sono pieni d’euforia e passione, ssrà un momento speciale. Noi dello Sheriff dovremo affrontare questa squadra senza paura e dimostrare che anche noi abbiamo grandi giocatori”.

“Durante la settimana studiamo i rivali ed io studio chi gioca nella mia posizione. Skriniar è davvero forte, molto fisico. E’ un difensore che dovrò affrontare con intelligenza, cercando di essere bravo ad evitare i duelli di forza, appunto, che sono la sua qualità più spiccata. Sarà una grande partita”.