Spagna, Luis Enrique: “Francia fortissima, ma vogliamo vincere”

La conferenza stampa di Luis Enrique alla vigilia della finale di Nations League contro la Francia.

09/10/2021

17:25

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Laurence Griffiths, Onefootball.com)

La conferenza stampa di Luis Enrique, alla vigilia della finale di Nations League contro la Francia, in programma domani sera a San Siro.

Queste le parole del tecnico delle Furie Rosse, in esclusiva su Tuttomercatoweb: “Gavi non so come sta dopo il match con l’Italia. Sarà lui a dirmi come ci si sente. Devo valutare anche Ferran Torres. Vediamo come sta. Se no farà scelte diverse in attacco“.

LEGGI ANCHE: Nations League, niente Italia per Lukaku: il belga non si è allenato

Sulla Francia: “é una squadra pericolosa, gli attuali campioni del mondo e una delle squadre più forti. Hanno ottimi singoli e tutti di alto livello. Ma anche noi siamo forti. Nel calcio può capitare di tutto, anche chi gioca meglio vince. Vogliamo imporre il nostro gioco e vincere“.

Sull’affrontare Mbappé-Griezmann-Benzema: “Hanno tanto potenziale e grande qualità. Sono giocatori fantastici che possono decidere il match da soli. Ma non cambieremo il nostro modo di giocare. Questo è uno sport di gruppo e vince anche la prestazione. Vogliamo vincere domani. Abbiamo battuto i Campioni d’Europa e ora proveremo a farli a quelli del mondo. Dobbiamo avere le stesse motivazioni e preparare al massimo la partita. L’importante è giocare bene e regalarci una soddisfazione vincendo il titolo“.

Sullo stile di gioco che adotterà la Spagna: “Non ci snatueremo, proveremo sempre col nostro possesso palla, così possiamo avere il controllo della partita. Dovremmo essere veloci in fase d’attacco e aggressivi nel pressing in fase di recupero palla“.

Non dobbiamo darli nessun motivo per usare la loro qualità. Dobbiamo limitare i loro attacchi e adattarci a loro e come si svilupperà la partita. Ma abbiamo tanto rispetto per la Francia“.

Sappiamo che hanno un tridente fenomenale, devastante in contropiede ma anche altruista in copertura. Non so se possono essere paragonabili a Messi-Suarez e Neymar“.

Sul perché il Belgio ha perso nella semifinale “Nel primo tempo hanno attaccato bene ma poi nella ripresa si sono difesi molto più bassi, così hanno rimesso in gioco la Francia, é stata una partita equlibrata, potevano farcela entrambe“.

Come pensa di affrontare Mbappé: “Non cambieremo identità, difenderemo di gruppo non a livello individuale. Cercheremo di essere attenti e avere concentrazione massima. é una finale e dobbiamo giocarla come merita“.

Correlati

10:48

09/10/2021

Adrien Rabiot non sarà in grado di prendere parte alla finale di Nations League di domenica contro la Spagna alle 20:45: a...

Adrien Rabiot non sarà in grado di prendere parte alla finale di Nations League di...

10:48

09/10/2021

Era il 2006 e la Francia vantava un organico di fenomeni da fare invidia a tutta Europa: Zinedine Zidane disegnava calcio  anche...

Era il 2006 e la Francia vantava un organico di fenomeni da fare invidia a tutta...

17:26

08/10/2021

Calcio Estero

00:23

28/10/2021

Dopo la sconfitta per 1-0 contro il Vallecano, l’allenatore del Barcellona Ronaldo Koeman è stato esonerato. A renderlo...

Dopo la sconfitta per 1-0 contro il Vallecano, l’allenatore del Barcellona...

00:23

28/10/2021

23:39

27/10/2021

Il Real Madrid pareggia 0-0 contro l’Osasuna, rallentando momentaneamente la sua marcia verso la Liga. Gli uomini di...

Il Real Madrid pareggia 0-0 contro l’Osasuna, rallentando momentaneamente la...

23:39

27/10/2021