Connect with us

Champions League

Sporting Lisbona-Tottenham, Conte: “Vanno cambiate certe abitudini”

Published

on

Sporting Lisbona Tottenham Conte

Antonio Conte, allenatore del Tottenham, ha presentato in conferenza stampa la sfida in trasferta contro lo Sporting Lisbona. Di seguito le sue dichiarazioni.

Sporting Lisbona-Tottenham, le parole di Conte in conferenza

Sporting Lisbona Tottenham Conte

(Photo by JUNG YEON-JE/AFP via Getty Images)

“Di sicuro non avere la partita di sabato ci ha dato la possibilità di riprenderci. In questo caso la partita contro il Manchester City è stata posticipata e ci ha dato la possibilità di recuperare”.

Qual è la situazione degli infortunati?
“Solo Lucas è ancora fuori. La sua guarigione sta andando bene, ma credo che lo vedremo dopo la sosta per le nazionali. Gli altri sono tutti disponibili”.

Come sceglierà i giocatori nel reparto offensivo?
“Ho la possibilità di scegliere tre giocatori importanti e so di avere un giocatore in panchina pronto ad entrare e aiutarci. Contro il Marsiglia sullo 0-0 ho deciso di mettere in campo Kulusevski e anche di tenere in attacco i tre attaccanti. La partita posticipata mi permette di prendere una decisione diversa. Contro il Manchester City avrei giocato con alcuni giocatori, ma ora cambiano le cose nella mia mente”.

Anche Son potrebbe essere escluso a causa di turnover o rotazioni?
“Penso che quando provi a costruire qualcosa di importante, con ambizione e cerchi di essere competitivo e di vincere, devi cambiare vecchie abitudini, altrimenti rimani in equilibrio e non vuoi avere ambizioni. Per questo motivo tutti i giocatori devono accettare che la rotazione faccia parte di questo aspetto. Abbiamo quattro giocatori in attacco ed è molto difficile in questo momento eliminarne uno. Devo prendere la decisione migliore. A volte è meglio entrare per 20-30 minuti per loro. Sono qui per cambiare l’abitudine. L’abitudine era che i giocatori fossero abituati a giocare tutto il tempo. I grandi club hanno una grande rosa. Al momento non abbiamo una grande rosa, ma abbiamo appena iniziato questo processo