Connect with us

Serie A

Torino, anche un club inglese vuole Juric: tre nomi per il sostituto

Published

on

Torino Juric

Juric sostituto – I prossimi mesi saranno senza dubbio decisivi per il futuro del tecnico croato nel capoluogo piemontese. In caso le strade dovessero dividersi il club starebbe già pensando a tre nomi per il possibile sostituto, e nel frattempo le richieste continuano ad aumentare.

Al termine di questa stagione il Torino e Juric dovranno decidere se proseguire il loro cammino insieme oppure dividere le strade dopo un percorso lungo e soddisfacente. Recentemente il tecnico croato, nel corso di una conferenza stampa, ha dichiarato di essere pronto a farsi da parte in caso di mancata qualificazione a una competizione europea, un obiettivo che seppur complicato è ancora alla portata dei granata, almeno per adesso. Secondo quanto riportato da Tuttosport il club starebbe già ragionando su dei potenziali sostituti in caso si dovesse arrivare alla separazione, anche a fronte dell’interesse crescente di diverse realtà, fra cui il West Bromwich.

Torino Juric

(Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Torino, anche il West Bromwich su Juric: tutti i nomi per il sostituto

Il quotidiano piemontese ha inoltre riportato che il club inglese avrebbe gia presentato una prima offerta da 2 milioni netti piu bonus al tecnico granata, che in questo momento, stuzzicato dalla possibilità di una nuova esperienza, ci starebbe pensando.  Ovviamente le cose potrebbero cambiare o prendere un’altra direzione in caso il club d’oltremanica non dovesse centrare la prmozione in Premier League, ma il Torino si sta già muovendo per cercare un sostituto all’altezza dei disegni progettuali.

Il primo nome sulla lista di Cairo e Vagnati resta quello di Raffaele Palladino, tecnico da tempo molto apprezzato in tutto l’ambiente italiano e, in particolar modo, proprio dai granata. La prima alternativa sembrerebbe essere Gennaro Gattuso, che potrebbe chiudere anzitempo la sua esperienza francese al Marsiglia, mentre il terzo nome è quello del promettente Vanoli, che a Venezia sta mettendo in mostra un lavoro importante.