Udinese, De Paul è da record: ecco la TOP11 delle cessioni friulane

Una squadra da 235 milioni di euro che, messa in campo, probabilmente lotterebbe per lo Scudetto.

18/07/2021

10:00

• Tempo di lettura: 5 minuti

Tempo di lettura: 5 minuti

NicoloXZangirolami; Copyright imago Sesa Team photo

Rodrigo da Record. Con la cessione di Rodrigo De Paul all’Atletico Madrid, l’Udinese fissa un nuovo record nella lunga storia dei suoi incassi da calciomercato. L’argentino, passato ai Colchoneros per 35 milioni di euro, è la cessione più remunerativa nella storia dell’Udinese. Il paradosso, però, vuole che De Paul risulti in realtà una minusvalenza: l’argentino è stato oggetto di una rivalutazione a bilancio che ne attestava il valore a 50 milioni di euro. Per questo, almeno formalmente, De Paul risulta essere in realtà una minusvalenza nel bilancio dei Pozzo. Intanto, però, insieme alla cessione di Juan Musso all’Atalanta e di Antonin Barak al Verona, l’Udinese è già a 61 milioni di euro incassati in pochi giorni di calciomercato. Una cifra che posiziona questa finestra di mercato come una delle più ricche nella storia dell’Udinese, una storia fatta di grandi cessioni e grandi incassi. Ecco la nostra TOP11 delle cessioni dell’Udinese:

Portiere – Alex Meret al Napoli per 26 mln €

LEGGI ANCHE: C di Calciomercato, il punto di Nicolò Schira – Video

Sono tre i portieri ceduti dall’Udinese per più di dieci milioni di euro. Al terzo posto c’è Samir Handanovic, ceduto all’Inter nel lontano 2012/2013 per 15 milioni di euro. Al secondo posto il recente trasferimento di Juan Musso all’Atalanta per 20 milioni di euro. Il trasferimento record per un portiere dell’Udinese è quello di Alex Meret, passato nel 2019/2020 al Napoli per 26 milioni di euro.

Terzino destro  – Juan Cuadrado alla Fiorentina per 20 mln €

Anche i terzini destri ceduti per più di dieci milioni nella storia dell’Udinese sono tre. Al terzo posto Dusan Basta che, nel 2015/2016, si trasferì alla Lazio per poco più di dieci milioni di euro. Al secondo posto Mauricio Isla: il cileno passò alla Juventus nell’estate del 2012 per circa 14 milioni. L’attuale giocatore della Juventus, Juan Cuadrado, nel 2013 passò dall’Udinese alla Fiorentina per 20 milioni di euro. E’ il colombiano il terzino destro più remunerativo nella storia delle casse dell’Udinese.

Cuadrado Udinese
Copyright imago IPA Photo

Difensore centrale – Cristian Zapata al Villarreal per 9 mln €

Il colombiano Cristian Zapata è la cessione più ricca nella storia dei difensori centrali dell’Udinese. L’ex Milan si trasferì dai friulani al Villarreal nell’estate del 2011 per poco meno di 10 milioni di euro.

Difensore centrale – Mehdi Benatia alla Roma per 14 mln €

Il difensore centrale dell’Udinese meglio venduto nella storia friulana è Mehdi Benatia. Il marocchino passò alla Roma nel 2013 per la cifra record per un difensore dell’Udinese di circa 14 milioni di euro.

Terzino sinistro – Kwadwo Asamoah alla Juventus per 18 mln €

Nella stagione 2012/2013 il ghanese Asamoah si trasferì dall’Udinese alla Juventus per circa 18 milioni di euro. E’ lui il terzino sinistro meglio venduto nella storia della Juventus. Per risalire alle altre cessioni più remunerative bisogna tornare al 2008/2009 quando Andrea Dossena fu acquistato dal Liverpool per 9 milioni e al 2005/2006 quando, più o meno per la stessa cifra, il ceco Marek Jankulovsky si trasferì al Milan. Tra gli altri terzini sinistri ceduti dall’Udinese ci sono da ricordare Giuseppe Pezzella, che nella scorsa stagione è passato al Parma per 6 milioni, e Pablo Armero, ceduto al Napoli per 4 milioni.

Centrocampista centrale – Rodrigo De Paul all’Atletico Madrid per 35 mln €

Come detto, Rodrigo De Paul è la cessione più ricca nella storia dell’Udinese. L’argentino si è trasferito da pochi giorni all’Atletico Madrid per 35 milioni di euro.

Centrocampista centrale – Gokhan Inler al Napoli per 18 mln €

Nell’estate del 2011, dopo una lunghissima trattativa, De Laurentiis presenta Gokhan Inler come nuovo acquisto del Napoli: lo fa facendolo arrivare in conferenza stampa con la maschera da leone. Inler costò al Napoli 18 milioni di euro.

Inler Udinese
Copyright imago Sesa

Centrocampista centrale – Piotr Zielinski al Napoli per 16 mln €

Un’altra cessione importante dall’Udinese al Napoli fu quella di Zielinski: il polacco passò dai bianconeri agli azzurri per 16 milioni di euro nel 2016. Tra i centrocampisti venduti dall’Udinese al Napoli c’è da ricordare anche Allan trasferitosi all’ombra del Vesuvio nel 2015 per circa 12 milioni.

Trequartista – Stefano Fiore alla Lazio per 25 mln €

Il trequartista dalla cessione più remunerativa nella storia dell’Udinese è Stefano Fiore. Nell’estate del 2001, Fiore passò alla Lazio per 25 milioni di euro. Altri centrocampisti da ricordare sono Roberto Pereyra (passato alla Juventus per 15 mln € e poi successivamente tornato all’Udinese), Jankto (acquistato dalla Samp per ca. 15 milioni), Pizarro (Inter, 12 mln), Mandragora (Juventus, 11 mln) e Muntari (Portsmouth, 11 milioni).

Attaccante – Alexis Sanchez al Barcellona per 26 mln €

Il cileno Alexis Sanchez, attualmente all’Inter, passò dall’Udinese al Barcellona per 26 milioni di euro nella stagione 2011/2012. Il cileno rappresenta la seconda miglior cessione tra gli attaccanti nella storia dell’Udinese.

Alexis Sanchez Udinese
Copyright imago Gribaudi ImagePhoto

Attaccante – Marcio Amoroso al Parma per 28 mln €

Per risalire alla cessione più ricca di un attaccante dell’Udinese, invece, bisogna tornare al 1999 quando Marcio Amoroso passò al Parma per circa 55 miliardi delle vecchie lire, all’incirca 28 milioni di euro. L’italo-brasiliano è l’attaccante meglio vedntuo dall’Udinese nella sua storia. Da ricordare anche Fabio Quagliarella, passato al Napoli nel 2009 per 18 milioni, Oliver Bierhoff che nel 1998 passò al Milan per gli attuali 12 milioni di euro, Luis Muriel acquistato dalla Sampdoria per 12 milioni e Vincenzo Iaquinta che la Juventus pagò poco più di 11 milioni di euro.

Una super squadra per l’Udinese sia in termini di giocatori che di cassa: 11 calciatori che hanno fruttato 235 milioni di euro nel patrimonio dei Pozzo che continuano nella loro politica di comprare giovani talenti per pochi spiccioli, valorizzarli e rivenderli a fior fior di milioni. Politica esportata anche in Spagna con il Granada ed in Inghilterra con il Watford.