Udinese, Success: “Rimango qui, Beto grande attaccante”

La punta ha svolto un'ottima annata in Friuli.

08/04/2022

14:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Isaac Success, attaccante dell’Udinese, ha parlato alla Gazzetta dello Sport della stagione, del suo futuro e della convivenza con Beto. Di seguito le sue dichiarazioni.

Udinese, le parole di Success sul futuro e su Beto

SULLA SCELTA UDINESE – «Sicuramente la Premier oggi è il campionato più ambito. E’ stimolante. Il 90% dei calciatori vuole giocarci per l’alto livello che ha. Ma al Watford non è andata bene perché sono stato pure sfortunato. Troppi infortuni. Caviglia, tendine, problemi muscolari. Volevo misurarmi con la Serie A e volevo essere riconoscente a Gino per quel che ha fatto per me. E sono venuto a Udine».

LEGGI ANCHE: Capello sul calcio italiano: “Stiamo copiando il calcio di Pep di 15 anni fa, meglio la Bundesliga”

SULL’AMBIENTE – «Mi trovo molto bene qui. Sto tanto a casa e gioco alla play con l’Udinese, sempre col club in cui sono. Sono concentrato sul lavoro, spero sempre di giocare, come tutti. Ora sono a posto. Mi sono ambientato subito perché l’organizzazione è perfetta e già conoscevo dal Watford Pereyra, Deulofeu, Pussetto, Zeegelaar: mi hanno spiegato tutto. E con Zeegelaar sono amico, ci vediamo fuori per mangiare».

SU BETO – «E’ un privilegio giocarci accanto. Cerchiamo l’intesa. La squadra lavora e si spende molto per lui che è giovane ed è fantastico. Può migliorare molto».

Udinese Success Beto
(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

SUL GOL AL VERONA – «Quel giorno ero molto motivato, eccitato, emozionato. C’era molta concorrenza e volevo dimostrare cosa potevo fare. Gotti mi ha messo a mio agio e mi ha dato molta fiducia. Comunque anche ora con Gabriele Cioffi le cose vanno bene. Chiaro che tutti vogliono giocare e tutti devono avere una chance».

SUL FUTURO – «Voglio restare a Udine, il più a lungo possibile. Mi sto divertendo molto».