Vince il Napoli al Dall’Ara, tra Milan e Verona è 2-2

09/11/2020

11:15

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo by MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

La settima giornata del campionato di Serie A si conclude con un la vittoria del Napoli a Bologna e il divertente pareggio in Milan-Verona. I partenopei non brillano e la portano a casa con il minimo sforzo. La squadra di Mihajlovic si sveglia troppo tardi e per poco non riesce a pareggiarla. Nella partita della sera, invece, gli scaligeri, senza tantissimi giocatori, partono alla grande e vanno in doppio vantaggio. I rossoneri con pazienza riescono a rimontare nei minuti di recupero tra errori, occasioni e un Silvestri in stato di grazia.

Il Napoli doveva scrollarsi di dosso la sconfitta contro il Sassuolo e la prestazione non entusiasmante di Rijeka. Ce l’ha fatta, ma fino ad un certo punto. La vittoria è arrivata ed è quello che conta, ma sono tanti i giocatori che sembrano in flessione. Buona partita della mediana con Ruiz e Bakayoko (6,5), in difesa primeggia Koulibaly (7) davanti ad Ospina (6,5) che dà tanta sicurezza. Delude la trequarti che non incide eccetto Lozano (7) che fornisce l’assist per il gol partita ad Osimhen (7).

Il Bologna fa la solita partita che comprende un gol subito (da 40 gare consecutive) e una reazione tardiva quando va in svantaggio. Male la difesa, soprattutto Denswil (4,5) e Danilo (5). Nessuno ottiene la sufficienza, eccetto il subentrato Svanberg. Prova opaca degli attaccanti con Orsolini (5) che ha una doppia occasione non sfruttata anche grazie ad Ospina. Il Bologna arriva alla pausa con sole due vittorie e cinque sconfitte. La partita di Genova contro la Sampdoria sarà un importante banco di prova per la squadra di Mihajlovic.

Serata divertente a San Siro dove il Verona parte a mille, segna e dopo venti minuti è già sullo 0-2. Il Milan da lì inizia a pressare, accorcia il risultato e nel secondo tempo tra miracoli difensivi degli scaligeri, un palo, un gol annullato, un rigore calciato alle stelle, riesce a pareggiarla nel recupero grazie a Zlatan Ibrahimovic (6). Lo svedese è il protagonista della partita da tutti i punti di vista. Male nei 90 minuti. Sbaglia il rigore, sfortunato nel palo. Al minuto 89 è colpa sua l’annullamento del gol del pareggio a causa di un tocco di mano, ma al minuto 92 si fa trovare pronto ed incorna alle spalle di Silvestri. Milan deludente in difesa. Bene Kessie (7) a centrocampo e Leao e Diaz (6,5) a sinistra.

Il Verona si mangia le mani per i tre punti persi all’ultimo, ma la squadra non poteva fare di più. Le assenze erano tante e durante la partita si è aggiunto l’infortunio di un Magnani (6,5) sfortunato per l’autogol, ma perfetto su Ibrahimovic. Il migliore è stato Silvestri (7,5) che nulla ha potuto sui gol subiti, ma ha salvato la porta in tantissime occasioni. Benissimo Zaccagni (7), spina nel fianco del Milan, e Barak (6,5) che ormai ci ha preso gusto a segnare.

Dopo la pausa il Milan sarà impegnato nel big match di Napoli, uno scontro importante per capire le potenzialità di entrambe le squadre. Partita intrigante anche per il Verona che ospiterà il Sassuolo.