Bodo Glimt-Roma 2-1, Vetlesen gela i giallorossi al minuto 89

Roma beffata nel finale in Novergia: i padroni di casa ribaltano il punteggio nei minuti finali. Servirà un'impresa all'Olimpico per passare il turno.

07/04/2022

22:56

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by MATS TORBERGSEN/NTB/AFP via Getty Images)

Bodo Glimt-Roma, l’andata del quarto di finale di Conference League, andata in scena in Norvegia, è finito 2-1 per i padroni di casa. Roma beffata all’89’, dopo non aver rischiato quasi nulla per tutto il match. Al gol di Pellegrini nella prima frazione di gioco, hanno risposto quello di Wembangomo, con l’evidente complicità di Rui Patricio e quello di Vetlesen nei minuti finali. che sembra aver indirizzato la qualificazione in Norvegia.

Bodo Glimt-Roma 2-1

bodo glimt roma
(Photo by MATS TORBERGSEN/NTB/AFP via Getty Images)

Dopo i primi 10 minuti molto bloccati, la prima occasione da gol è per il Bodo Glimt con il tiro dal fuori l’area di Saltnes, che, però, finisce sull’esterno della rete. La Roma prova a fare la partita, ma senza trovare le incursioni giuste in mezzo al campo. I padroni di casa si difendono molto bene e sono pericolosi nelle ripartenze. La partita si gioca prevalentemente in mezzo al campo, dove le due squadre combattono su ogni pallone. La Roma prova a farsi vedere dalle parti di Haikin al minuto 38 con Abraham: bellissima azione di Karsdorp con incursione centrale, palla all’inglese che si gira conclude a tu per tu con il portiere del Bodo che riesce a parare. Al minuto 43 il solito Lorenzo Pellegrini segna un gol pesantissimo: azione manovrata dei giallorossi con Abraham che serve Mkhitaryan, assist per Pellegrini che da posizione defilata scaraventa sotto la traversa per il vantaggio giallorosso alla fine del primo tempo.

Nella ripresa il Bodo Glimt aumenta il ritmo di gioco e trova il gol al minuto 55 con Wembangomo con la complicità di Rui Patricio che non trattiene il pallone, complice anche una deviazione. Ristabilita la parità. La Roma, però, soffre molto: troppi errori durante la fase di possesso palla, con i padroni di casa che recuperano la sfera e arrivano alla conclusione con troppa facilità. A scuotere i giallorossi è sempre il solito Pellegrini, che calcia da fuori l’area un missile terra-area, ma Haikin risponde con una grande parata. Nel finale di gara, dopo 90 minuti equilibrati, a segnare il gol della vittoria è il Bodo Glimt con Vetlsen. All’Olimpico, tra sette giorni, servirà una grande Roma per ribaltare il risultato e portare a casa la qualificazione.