Atalanta-Lipsia 0-2: la doppietta di Nkunku stende la Dea. Tedeschi in semifinale

Atalanta-Lipsia 0-1: i tedeschi vincono grazie alla doppietta di Nkunku. Micidiale il congolese che manda il Lipsia in semifinale di Europa League.

14/04/2022

20:39

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Atalanta-Lipsia, il ritorno dei quarti di finale di Europa League, è stato vinto dal Lipsia grazie alla doppietta di Nkunku. La Dea, così, manca il successo e il passaggio alla semifinale di Europa League. Il primo tempo è stato fatale, perchè gli uomini di Gasperini hanno creato poco e subito il gol in contropiede. Letale, invece, il calciatore francese, che ha segnato una doppietta che lancia il Lipsia tra le quattro migliori di Europa League.

Atalanta-Lipsia
(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Atalanta-Lipsia 0-2

Partenza aggressiva della Dea, che forza sulle fasce e proprio da lì nasce il primo tiro in porta di Zappacosta, trovato da Malinovskyi. L’ex Chelsea va con destro potente, ma Gulacsi para. Il Lipsia, però, prende subito le misure e prova a farsi vedere dalle parti di Musso, senza creare veri e propri pericoli. L’Atalanta attacca sempre dalle zone laterali: bel sinistro di Malinosvkyi dal vertice dell’area, Gulacis blocca in modo sicuro. A passare avanti, però, è il Lipsia al minuto 18 con una grande cavalcata di Laimer sulla fascia destra che serve un assist al bacio per Nkunku dentro l’area di rigore che deve solo spingerla dentro. Tedeschi avanti, ma grave la fase difensiva dei bergamaschi che, dopo aver subito il gol, fanno fatica a proporsi in avanti in maniera pericolosa. Il Lipsia si chiude molto bene in difesa e riparte velocemente, creando non pochi problemi ai nerazzurri. All’intervallo la squadra tedesca è avanti.

atalanta-lipsia
(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Nella ripresa parte forte l’Atalanta. Su punizione di Malinovskyi, il tiro potente finisce sulla barriera, ma qualcuno del Lipsia tocca di mano. Il Var richiama l’arbitro, che dopo il check, non fischia il calcio di rigore. Il match, a 20 minuti dalla fine, si accende. Al minuto 68 dribbling secco di Nkunku in area dell’attaccante del Lipsia, che lascia sul posto Palomino e si trova davanti a Musso. Bravo il portiere dell’Atalanta ad opporsi e a deviare in angolo. Risponde subito Muriel, appena entrato. Il colombiano semina il panico con una serie di giocate nell’area del Lipsia, il suo cross basso però non trova nessun compagno. Subito dopo ci prova Boga con un gran destro dalla distanza: tiro alto, ma l’Atalanta c’è ancora. Negli ultimi 10 minuti la Dea prova il tutto per tutto, riversandosi nella metà campo del Lipsia, per trovare il gol che manderebbe il match ai supplementari. Sulle ripartenze i tedeschi, però, sono micidiali: Pulsen trova Nkunku con un filtrante, l’attaccante, tutto solo, salta Musso che lo mette giù. Nessun dubbio per l’arbitro che indica il dischetto. Dagli 11 metri va ancora il congolese e fa 2-0. Doccia fredda per il pubblico del Gewiss Stadium. Dopo 7 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine. Atalanta-Lipsia 0-2: la Dea è fuori dall’Europa League, in semifinale ci va il Lipsia.