Atalanta, Percassi: “Dea come i Celtics, alzeremo il livello”

Antonio Percassi e Stephen Pagliuca hanno parlato dell'importanza del potenziamento del brand Atalanta, con conseguente innalzamento della competitività nei prossimi anni.

02/03/2022

09:40

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Il presidente dell’Atalanta, Antonio Percassi, è intervenuto in una lunga intervista per la Gazzetta dello Sport, dove ha parlato del presente e del futuro del club. A fargli eco è stato Stephen Pagliuca, capo della cordata statunitense che ha deciso di investire sui nerazzurri. Sul piatto il tema della competitività, in cui entrambi hanno manifestato una grande voglia di alzare l’asticella del club. I dirigenti hanno anche sottolineato l’importanza del rafforzare il brand societario, un’operazione fondamentale per le ambizioni dell’Atalanta. Ecco le loro parole, estratte direttamente dalle pagine della Rosa.

Atalanta, Percassi e Pagliuca parlano del futuro del club

Percassi parla dell’ingresso di Pagliuca in società
“E’ stato un altro atto d’amore per l’Atalanta, che è nel mio cuore, in quello della mia famiglia, dei tifosi e di Bergamo. Ho visto in Steve Pagliuca la mia stessa passione e ambizione, anche lui come me ha un passato nello sport praticato, anche lui con i Boston Celtics ha avuto l’esperienza di una gestione di successo. Il forte legame Atalanta-Bergamo e i risultati sportivi ed economici raggiunti sono stati alla base della sua proposta di entrare in società, per far crescere la Dea.”

LEGGI ANCHE: Fiorentina-Juventus: statistiche, precedenti e probabili formazioni

Pagliuca parla della scelta di investire sull’Atalanta
“La mia famiglia d’origine partì per l’America negli anni Venti, da un paesino di montagna in Basilicata, Muro Lucano. Anche Bergamo

è molto legata ai suoi monti, mi sentirò come a casa… Battute a parte, Boston è storicamente legata ai Celtics come Bergamo all’Atalanta: sappiamo quanto sia importante per tutta l’area geografica e che buona parte del successo dell’Atalanta sta nel grande supporto della sua gente. Per noi questo è un onore. E’ speciale quando entri allo stadio e senti che hai tutta la città con te. Ora dovrò lavorare un po’ sulla mia voce e sull’italiano…”.

Sugli obiettivi del club
“La cosa che conta di più, anzi l’unica, è vincere il più possibile e fare dell’Atalanta una squadra ideale per giocatori e tifosi: essere al servizio dei tifosi significa mettere in campo una squadra vincente. Una squadra dove i giocatori vogliono venire a giocare. Oppure, un po’ come accade con i Celtics, dove vogliono tornare: per i Percassi, i tifosi, l’onore di vestire questa maglia e rappresentare questa città. E’ un modello che può durare nel tempo e che può far nascere solo cose buone. Avere successo in campo significa avere un successo a lungo termine anche a livello societario, non solo sportivo”.

Percassi sullo sviluppo societario
“Abbiamo raggiunto risultati oggettivamente sorprendenti ma ora è importante sviluppare tutti quegli aspetti che vanno oltre il rendimento della squadra: contando sull’aiuto di un’esperienza vincente negli Usa come quella dei Boston Celtics”.

Correlati

Il 2 marzo 1980, lo stadio San Siro di Milano annuncia uno storico cambio di nome: verrà intitolato a Giuseppe Meazza, scomparso...

Il 2 marzo 1980, lo stadio San Siro di Milano annuncia uno storico cambio di nome:...

08:30

02/03/2022

Il 2 marzo 1886, a Torino, nasce Vittorio Pozzo, l’allenatore che ha guidato l’Italia ai suoi primi due Mondiali....

Il 2 marzo 1886, a Torino, nasce Vittorio Pozzo, l’allenatore che ha guidato...

08:00

02/03/2022

Serie A

17:20

31/01/2023

L’attaccante della Juventus e della Nazionale Argentina Angel Di Maria è intervenuto al portale Tyc Sports, per parlare...

L’attaccante della Juventus e della Nazionale Argentina Angel Di Maria è...

17:20

31/01/2023

16:47

31/01/2023

Il Presidente della FIGC Gabriele Gravina è interevenuto ai microfoni della stampa per parlare dei recenti sviluppi sul caso...

Il Presidente della FIGC Gabriele Gravina è interevenuto ai microfoni della stampa...

16:47

31/01/2023