Chelsea: Marina Granovskaia resterà nel club

Il Chelsea è in vendita, ma non tutti i suoi collaboratori andranno via. L'attuale direttore, Marina Granovsakaia, ha deciso di restare.

16/04/2022

14:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Julian Finney/Getty Images)

Il Chelsea cambia, ma non del tutto: secondo quanto riportato da Sky Sports, l’attuale direttore Marina Granovskaia dovrebbe restare in società, almeno per quest’estate per supervisionare la finestra trasferimenti. Possibile pertanto una fase di accompagnamento al nuovo acquirente, prima di affidare definitivamente le chiavi della società. Il club inglese è in vendita, dopo che Roman Abramovich, suo precedente proprietario, è dovuto partire per l’Ucraina per negoziare i trattati di pace.

Chelsea
(Photo by DANIEL LEAL/AFP via Getty Images)

Chelsea, Marina Granovskaia verso la permanenza

chelsea
(Photo by BEN STANSALL, Onefootball.com)

Un’offerta era arrivata dalla famiglia Ricketts, proprietaria dei Chicago Cubs in MLB per l’acquisto del club, ma ieri è stata ritirata . Lo hanno comunicato i diretti interessati spiegando di non aver trovato l’accordo con gli altri membri del consorzio, ovvero i miliardari Griffin e Gilbert, per la composizione finale della loro offerta. Questa la nota ufficiale: “Il gruppo Ricketts-Griffin-Gilbert ha deciso, dopo un’attenta valutazione, di non presentare un’offerta finale per il Chelsea FC. Nel processo di finalizzazione della proposta, è diventato sempre più chiaro che alcuni problemi non potevano essere affrontati date le dinamiche insolite attorno al processo di vendita. Abbiamo grande ammirazione per il Chelsea e i suoi tifosi e auguriamo ogni bene ai nuovi proprietari”.

(Photo credit should read ADRIAN DENNIS/AFP via Getty Images)

Marina Granovskaia si è laureata nel 1997 presso l’Università statale Lomonosov di Mosca, nella facoltà di lingue straniere. Successivamente è diventata collaboratrice di Roman Abramovich. Ha lavorato per lui come assistente tecnica nella compagnia petrolifera Sibneft. Successivamente è stata coinvolta nella campagna acquisti dei Blues e nella stesura dei contratti con i calciatori. Nel 2013 è entrata a far parte del consiglio di amministrazione del Chelsea, mentre nel 2014 è stata promossa ad amministratrice delegata.