Chievo Verona, il fallimento è ufficiale, ma c’è ancora speranza

Il Tribunale di Verona ha decretato il fallimento del Chievo Verona, ma il Consiglio di Stato apre uno spiraglio.

25/06/2022

16:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

La sentenza numero 82 del Tribunale di Verona ha decretato il fallimento del Chievo Verona, confermando l’udienza di otto giorni fa. La società gialloblu, ad un passo dal centenario dalla sua nascita, sembra essere destinata a scomparire definitivamente dal calcio italiano. Una sentenza che lascia ben poco all’immaginazione. Ma che, allo stesso tempo, sembra far intravedere ancora uno spiraglio di luce.

Chievo
(Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

Le parole del legale De Bosio e le possibili mosse future del Chievo.

Se dovesse essere confermato il fallimento, vorrà dire che potremmo chiedere alla FIGC un risarcimento più sostanzioso“. Sono queste la prole con cui il legale del club, Stefano De Bosio, ha commentato la vicenda, prima del verdetto. Tuttavia continuano a esserci dei dubbi da parte del Consiglio di Stato. Il quale, deciso a vederci chiaro, ha congelato l’ultimo verdetto del TAR, che ha ribadito l’esclusione del Chievo dalla Serie B e lo svincolo di tutti i giocatori, come in tutti i precedenti gradi di giudizio.

LEGGI ANCHE: Mercato Lazio: Sarri vuole Emerson Palmieri. Il problema è l’ingaggio

Se i dubbi del Consiglio di Stato dovessero essere fondati, si potrebbe aprire un nuovo procedimento. E per i gialloblù potrebbe generarsi l’ennesimo spiraglio di luce, in cui inserirsi. Il Chievo Verona, dal canto suo, non ha intenzione di fermarsi. Anzi, la società è disposta anche a scavalcare i confini nazionali, se potesse servire. Il Chievo ha quantificato il danno subito attorno ai 140 milioni di euro. Includendo, alla perdita di valore del marchio e alla decadenza del titolo sportivo, anche il danno ricevuto in merito al patrimonio della rosa. Il motore principale che muove le mosse della società clivense è il fatto che le norme e le scadenze della FIGC sarebbero state messe in una posizione privilegiata rispetto alle norme emergenziali e provenienti dallo Stato.

Altro Italia

08:00

15/08/2022

Con i sei posticipi della domenica si è chiusa la 1ª giornata di Serie B. Di seguito i risultati dei match della domenica sera....

Con i sei posticipi della domenica si è chiusa la 1ª giornata di Serie B. Di...

08:00

15/08/2022

22:59

13/08/2022

La serata di Serie B offre tre gare scoppiettanti per cominciare al meglio la stagione. Il Cittadella batte il Pisa con il...

La serata di Serie B offre tre gare scoppiettanti per cominciare al meglio la...

22:59

13/08/2022