Connect with us

Serie A

Colpo a mercato chiuso: Sabatini in gran segreto | Preso gratis per la lotta salvezza

Published

on

salernitana salvezza

La fine del calciomercato invernale non ferma la Salernitana, decisa ancora ad acquistare per la lotta salvezza. Sabatini non si ferma mai.

Il colpo Jerome Boateng (ma non solo) è la cartina di tornasole del volli fortissimamente volli provare a salvare la Salernitana, ultima in classifica a sette punti dalla salvezza. Intendiamoci, l’ex campione del mondo tedesco non sarà quello del 2016, è arrivato da svincolato ed è tutto da scoprire.

Ma una qualità non gli manca: l’esperienza, non un piccolo particolare. Il difensore tedesco, reduce dall’esperienza con l’Olympique Lyonnais a 35 anni non ha nessuna intenzione di ritirarsi, pronto a rimettersi in gioco in una piazza importante, un po’ come fu per Franck Ribery.

Ha firmato fino a giugno con l’opzione per la stagione successiva, s’è preso la 5 sulle spalle ed ha già infiammato i tifosi con video virale nel giorno della sua presentazione e quel “ciao guagliò, sto ‘cca” indicando lo stemma della Salernitana mentre alle sue spalle si vede il panorama di una sittà meravigliosa.

Certamente da solo non basterà per la Mission Impossible che deve portare a termine SuperPippo Inzaghi, ma è comunque un acquisto importante che testimonia ancora una volta la forza di Walter Sabatini. Già, Sabatini.

Avanti il prossimo

L’uomo mercato dei granata, chiamato a gran voce da Iervolino, non vuole fermarsi nemmeno ora che la sessione invernale di mercato è conclusa. Sabatini sta scandagliando il mercato degli svincolati, a caccia del rinforzo giusto.

A quanto pare lo ha trovato, quantomeno individuato. È un centrocampista dal glorioso passato, addirittura un ex Azzurro medaglia di bronzo agli Europei Under 21 del 2017 in Polonia, con presenze nella Nazionale maggiore, sia sotto l’egida di Cesare Prandelli sia con Gian Marco Ventura.

Marco Benassi

Marco Benassi, le sue migliori stagioni alla Fiorentina – ansa – calcioinpillole

Un altro nome di grido

Qualche stagione fa Marco Benassi se lo contendevano le big italiane, col Torino fece benissimo, con la Fiorentina ancora di più. Nella scorsa stagione ha provato a salvare la Cremonese, ma ormai era arrivato troppo tardi. Il profilo è di quelli giusto per lo scacchiere della Salernitana: un interno di centrocampo ma soprattutto mezzala, abile nei contrasti, dinamico, dotato di un’ottima capacità di inserimento e di un buon tiro dalla lunga distanza.

Inzaghi lo potrebbe perfino utilizzare come centrocampista esterno destro o trequartista, nonostante Benassi dia il meglio di sé in mezzo al campo. Sa fare gol, una qualità che per la Salernitana sarebbe oro colato visto che i granata creano ma senza concretizzare. Il punto interrogativo è la sua tenuta fisica. Ma prima va preso.