Conference League, caos biglietti: il Feyenoord accusa l’UEFA

Per la prima finale della Conference league è scoppiato il caso biglietti: il club olandese avrebbe accusato l'UEFA.

11/05/2022

16:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Lars Baron/Getty Images)

La prima edizione della Conference League è giunta al suo atto finale. Mercoledì 25 maggio Feyenoord e Roma si scontreranno a Tirana per aggiudicarsi il trofeo. Nel frattempo, ieri, martedì 10 maggio, la UEFA ha aperto la vendita generali dei biglietti per la finale. Una decisione che ha indignato molto il club olandese, non informato dall’organo di controllo del calcio europeo sull’apertura anticipata della vendita dei biglietti.

conference league
(Photo by Lars Baron/Getty Images)

Conference League, il caso dei biglietti

conference league
(Photo by KENZO TRIBOUILLARD/AFP via Getty Images)

Il Feyenoord non è stato informato dalla UEFA di una vendita anticipata dei biglietti per la finale di oggi. La dirigenza del club ha subito chiesto chiarimenti alla UEFA, affermando che ciò è inaccettabile. La UEFA ci ha informato che sta indagando sulla situazione e che fornirà rapidamente una risposta al Feyenoord. La UEFA ci ha informato che sta indagando sulla situazione e che ci fornirà rapidamente una risposta”. Questa la nota del club olandese sui propri canali ufficiali. I biglietti messi in vendita dalla UEFA nella giornata di ieri sono stati 8.500, con prezzi a partire da 25 euro. Tutta la vendita è stata dedicata a quello che viene definito “general public”, ovvero aperta a qualsiasi acquirente nel mondo.

La finale andrà in scena il prossimo 25 maggio all’Air Albania Stadium di Tirana.