Deulofeu, le prime parole da giocatore dell’Udinese

13/10/2020

11:31

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Nigel Roddis/Getty Images)

L’arrivo in Friuli di Gerard Deulofeu è stato se possibile il colpo più sorprendente (ma col senno di poi più logico) dell’ultimo giorno di mercato della Serie A. Senza scomodare paragoni illustri (come aveva fatto il direttore tecnico Marino al suo arrivo) l’ex Watford può risultare fondamentale nel garantire un salto di qualità all’Udinese. L’accoppiata con De Paul (la permanenza dell’argentino il vero colpo di mercato per Pozzo) potrebbe rivelarsi una delle più interessanti dell’intero campionato.

L’esterno spagnolo ha parlato ai microfoni di Udinese TV, rilasciando le prime dichiarazioni da bianconero, che vi riportiamo di seguito. “Sono felice di essere tornato in Italia, sono molto contento di essere all’Udinese.  L’ambiente mi ha fatto una bellissima impressione, anche lo stadio e il centro sportivo mi sono piaciuti moltissimo. Io arrivo per giocare e lottare per la squadra. Sono pronto a segnare e vincere le partite”.

Deulofeu Pereyra
(Photo by Richard Heathcote/Getty Images)

In spogliatoio ha ritrovato Roberto Pereyra, che ha fatto il suo stesso percorso quest’estate, tornando a Udine. “Sono stato contento di rivedere il Tucu e i miei compagni. Siamo una bella coppia. Se facciamo il bene della squadra, saremo contenti entrambi”

Infine non potevano mancare le parole riguardo l’esperienza al Milan che ha segnato il suo debutto in Italia. “Quando andai a Milano cercavo costanza anche nel mio gioco, ora dopo due anni e mezzo al Watford credo di essere totalmente diverso, aiuto la squadra e faccio il mio in attacco, che è il mio forte. Ho lavorato tanto negli ultimi sette mesi, sono contento, andremo forte”.

Deulofeu Milan
(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Le promesse dunque sembrano esserci tutte per una stagione col punto esclamativo per Gerard Deulofeu, giunto in Italia per dimostrare di essere ben più di un semplice talento dal rendimento ondivago.