Empoli, Zanetti elogia Baldanzi e torna sulla gara con l’Inter

Il tecnico ha indicato nel Napoli la favorita numero uno per lo scudetto.

25/01/2023

10:51

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by MIGUEL MEDINA / AFP) (Photo by MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

Paolo Zanetti, tecnico dell’Empoli, è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport. Di seguito le sue dichiarazioni.

Empoli, le parole di Zanetti

Empoli Zanetti
(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

BALDANZI: “Sì, sì. L’ho visto subito dopo una settimana di allenamento che aveva qualcosa d’importante: un talento innato. Non è molto strutturato ma è molto rapido e ha un proprietà di palleggio, tecnica e visione di gioco di altissimo livello. Al primo anno di A si sta imponendo in modo prepotente in un campionato difficile. I suoi gol ci hanno portato punti. Davanti a sé ha un futuro bellissimo”.

LEGGI ANCHE: Napoli, le condizioni di Kvaratskhelia non preoccupano: con la Roma ci sarà

SCUDETTO: “Dico che solo il Napoli poteva e può perdere il titolo, perché al di là dei punti che ha accumulato ha dimostrato una continuità di gioco impressionante. Penso sia il loro anno e sarebbe strameritato. Quanto all’Inter, con noi non è stata la migliore Inter ma davanti ha trovato un Empoli importante e probabilmente non se l’aspettava. Siamo partiti subito forti, con intensità e anche qualità. Forse son rimasti un po’ sorpresi. Ma l’Inter è fortissima, la ho dimostrato in Supercoppa. Magari non è stata continua come il Napoli”.

Zanetti esalta Spalletti

Spalletti
(Photo by Filippo MONTEFORTE / AFP) (Photo by FILIPPO MONTEFORTE/AFP via Getty Images)

SPALLETTI: “Per me è un punto di riferimento assoluto. Per i miei gusti è sicuramente tra i primi due, con De Zerbi. Sta dimostrando appunto di meritare lo scudetto, non solo con la forza dei giocatori, ma delle sue idee di gioco. Un tecnico da studiare per noi giovani”.

OBIETTIVO EUROPA: “No, no, assolutamente no. Perché 25 punti sono tanti, molto più di tutti quanti pensavano, anche io stesso. Ma con questi punti non ti salvi. Siamo arrivati qui col lavoro, il sacrificio e la qualità. L’importante ora è non cascare nel tranello delle illusioni, dobbiamo stare concentrati per conquistare il nostro piccolo scudetto che è la salvezza. Poi verso maggio vediamo dove siamo e magari potremo pensare a qualcos’altro”.

Correlati

La sessione di mercato invernale è iniziata. Di seguito ecco tutti gli affari ufficiali che riguardano le squadre di Serie A....

La sessione di mercato invernale è iniziata. Di seguito ecco tutti gli affari...

17:12

30/01/2023

22:45

24/01/2023

La 19a giornata di Serie A si è conclusa con il brutto tonfo del Milan, che crolla malamente anche contro la Lazio di Maurizio...

La 19a giornata di Serie A si è conclusa con il brutto tonfo del Milan, che crolla...

22:45

24/01/2023