Everton, cori omofobi dei tifosi: arriva la condanna dal club

Durante il match andato ieri sera tra Chelsea ed Everton, ci sono stati cori omofobi rivolti ai londinesi. A fine partita, è arrivata la condanna del club di Liverpool.

17/12/2021

09:20

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Ci sono stati altri inaccettabili cori discriminatori di natura omofoba durante una partita di calcio. L’episodio è avvenuto durante la partita di Premier League tra Chelsea ed Everton, in programma il 16 dicembre a Stamford Bridge.

Nella serata di ieri, subito dopo la partita, Il gruppo ‘Everton LGBTQ+ Rainbow Toffees’ aveva segnalato su Twitter la vicenda: “Siamo stati informati dei cori “Chelsea Rent Boy”. Lo condanniamo totalmente. È sbagliato, è omofobo e deve finire. Abbiamo parlato della questione con il club in passato e lo faremo di nuovo”.

L’Everton ha risposto con un comunicato direttamente sotto il post dei propri supporters, criticando il comportamento “inaccettabile” di alcuni dei suoi tifosi a Stamford Bridge ieri sera. Il club inglese ha sostenuto che i cori omofobi sono stati diretti a un giocatore del Chelsea durante il pareggio per 1-1 avvenuto nella serata in Premier League: “L’Everton condanna i cori omofobi diretti a un giocatore del Chelsea questa sera a Stamford Bridge. Tale comportamento è inaccettabile e non rappresenta i valori del nostro club o della nostra fanbase più ampia. Attraverso la nostra campagna ‘All Together Now’ promuoviamo e celebriamo la diversità e l’inclusività all’interno del nostro club, il nostro gioco e la nostra comunità. Ci aspettiamo che i tifosi riflettano questi valori astenendosi da qualsiasi canto discriminatorio in futuro”.

Con “Rent Boy”, infatti, ci si riferisce ad un giovane ‘prostituto’, generalmente delle classi sociali più basse e pagato poco per i suoi ‘servizi’. Si tratta di un vecchio slang inglese, riemerso nella cultura popolare nel 1969 ma utilizzato anche precedentemente. Viene solitamente affibbiato al Chelsea, in quanto collegato al West End di Londra, dove tra gli anni ’60 e ’70 tanti giovani ragazzi arrivavano nella Capitale inglese e – faticando a vivere – erano costretti a prostituirsi.

Correlati

Il 27enne Reinildo Maldava, in forze nel Lille, è un obiettivo di mercato di due italiane che vogliono rinforzare la fascia...

Il 27enne Reinildo Maldava, in forze nel Lille, è un obiettivo di mercato di due...

08:45

17/12/2021

08:30

17/12/2021

Il Milan di Sacchi, dopo 20 anni, torna sul tetto d’Europa il 24 maggio 1989, quando supera in finale di Coppa dei Campioni...

Il Milan di Sacchi, dopo 20 anni, torna sul tetto d’Europa il 24 maggio 1989,...

08:30

17/12/2021

Premier League

Jurgen Klopp ritroverà a breve Arthur. Il brasiliano, finito ai margini per i tanti infortuni, sta per vedere la luce in fondo...

Jurgen Klopp ritroverà a breve Arthur. Il brasiliano, finito ai margini per i tanti...

18:06

27/01/2023

13:18

27/01/2023

Il Chelsea è stato senza ombra di dubbio il protagonista assoluto del mercato estero ed invernale. I Blues hanno messo a segno 6...

Il Chelsea è stato senza ombra di dubbio il protagonista assoluto del mercato...

13:18

27/01/2023