Fiorentina, Italiano: “Importante il sostegno di Commisso. Malesani fonte d’ispirazione”

Il tecnico della Fiorentina Vincenzo Italiano ha rilasciato una lunga intervista a 'Dazn'. Ecco gli spunti più interessanti.

06/06/2022

13:00

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Tra presente e futuro, tra l’accesso in Conference League appena conquistato sul campo alle aspettative di un progetto che vuole crescere ancora. Si parla della Fiorentina di Vincenzo Italiano e dell’intervista rilasciata a Dazn. Tanti spunti interessanti dalle parole del tecnico ex Spezia. Ecco quanto dichiarato.

Fiorentina, le parole di Italiano a Dazn

Relax di fine stagione
“Ogni tanto fa bene prendersi un po’ di relax, soprattutto per uno come me che vive di calcio e pensa sempre al calcio. Firenze è una città fantastica, come ti giri c’è qualcosa da ammirare. Nella mia prima conferenza lo dissi subito: la bellezza di questa città merita una squadra coraggiosa che faccia cose belle, diverta e che rispecchi quanto è bella Firenze. In parte ci siamo riusciti quest’anno, risvegliando la passione dei tifosi. Al piazzale Michelangelo ho passato la mia prima giornata da allenatore della Fiorentina, una location mozzafiato. Non ho mai immaginato altro se non ci fosse stato il calcio. Parlo con me stesso, mi chiedo possibile non mi piaccia altro che il calcio? Qualcosa sì, tipo la pesca in apnea. Ma la mia vita è il calcio, mi rilasso pochissimo. Se non avessi fatto l’allenatore, chissà, avrei potuto fare il sub”.

L’importanza della Fiorentina
“La viola per i Fiorentini è una ragione di vita. A Firenze la gente è “malata” di questa squadra ed è bellissimo. Mi dicono spesso che continuano a nascere bambine chiamate “Viola” e l’umore della città dipende tutto dalle prestazioni della Fiorentina. E’ bello incontrare i tifosi per la strada perché abbiamo risvegliato questa squadra e la gente lo vede, ti fanno i complimenti, è una bella soddisfazione”.

La fonte d’ispirazione Alberto Malesani
“Alberto Malesani è stato grande fonte d’ispirazione per la mia scelta di diventare mister. E’ stato importante sia in campo che fuori. Nel 2001 già proponeva un calcio all’avanguardia e tanta della mia metodologia si basa su quello che mi ha insegnato a Verona”.

Il sostegno del presidente Rocco Commisso
Rocco Commisso è un Presidente molto attento, ama profondamente la Fiorentina ed è sempre presente. Segue tutto anche da lontano e il suo sostegno è molto importante per me. Il Viola Park è un’idea del Presidente Commisso e secondo me sarà un centro sportivo che darà un grande senso di squadra a tutte le formazioni. Dalle giovanili, alla prima squadra fino alla femminili questo luogo diventerà una vera e propria casa della Viola. L’attaccamento alla maglia crescerà tantissimo e questo cambierà il futuro della Fiorentina”.