Francia, parla Deschamps: “Futuro? Serve evolversi e adattarsi”

Il tecnico della Nazionale transalpina ha rilasciato un'interessante intervista alla Gazzetta dello Sport: le sue dichiarazioni.

10/11/2022

14:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

Il commissario tecnico della Francia, Didier Deschamps, ha parlato alla Gazzetta dello Sport dei Mondiali di Qatar e della sua squadra, sottolineando gli aspetti fondamentali su alcuni discussi singoli, fra cui Giroud, Rabiot e Theo. Ecco le sue dichiarazioni.

(Photo by FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

Francia, le dichiarazioni di Deschamps su Qatar 2022

Sulle doti di Giroud
Sa ciò che voglio da lui. La sua situazione è cambiata rispetto all’Europeo, ma ho fiducia in lui per ciò che fa in campo e fuori. I gol non sono determinanti, la decisione era presa da un po’. Considero che sia meglio per la Francia che sia con noi. Tutti vorrebbero essere titolari, ma il gruppo è più importante”.

LEGGI ANCHE: Belgio, la lista dei convocati per il Mondiale in Qatar

L’assenza di Maignan
“Purtroppo non poteva essere operativo in tempo, senza bruciare le tappe. A volte la maglia può pesare, ma ha avuto sfortuna con l’infortunio delicato al polpaccio. Da lunedì ho bisogno di giocatori pronti a focalizzarsi sul Mondiale”.

Un pensiero su Rabiot
“Con noi si è già affermato da tempo ai massimi livelli. Non entro nel dibattito dei ruoli che ricopre in club o sui problemi della Juve. Adrien è un grande giocatore d’esperienza, di equilibrio, come ama considerarsi. Conto molto su di lui”.

(Photo by FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

Su Theo Hernandez
“Si valutano troppo i terzini su assist e gol, ma restano dei difensori. A Theo chiedo di fare quel che fa molto bene al Milan: ha ottime doti di cross e tiro, propende per l’attacco, va equilibrato con piccoli aggiustamenti, come fa con Pioli”.

Sui vantaggi e gli svantaggi del Mondiale invernale
“In Brasile avevamo 28 giorni di ritiro, 24 in Russia, quest’anno una settimana. Non è ragionevole. I giocatori arrivano meno stanchi, ma rischiano più infortuni perché hanno giocato ogni tre giorni. Non ci sono viaggi da fare ma non ci alleniamo dove si gioca”.

Sul futuro
“Non è un problema, non penso al futuro. Finora non è andata male. Serve adattarsi, evolvere. Motivazione e determinazione sono intatte. Rimango pragmatico e punto a passare il girone. Poi ogni gara sarà una ghigliottina”.

Le favorite del torneo
“Favorite? le solite: Brasile, Argentina, Germania, Inghilterra, Spagna, ciascuna con traiettorie differenti, a volte ascendenti come per l’Olanda. Ma ormai dalle semifinali in poi, di sorprese se ne vedono sempre di meno”.

Correlati

12:29

10/11/2022

Il commissario tecnico della Germania, Hans Fick, ha da poco rilasciato la lista dei convocati in vista di Qatar 2022. Non ci...

Il commissario tecnico della Germania, Hans Fick, ha da poco rilasciato la lista dei...

12:29

10/11/2022

12:01

10/11/2022

Anche il Camerun ha da poco rilasciato la lista completa dei convocati che prenderanno parte a Qatar 2022. Nel gruppo squadra...

Anche il Camerun ha da poco rilasciato la lista completa dei convocati che...

12:01

10/11/2022

Nazionali

11:36

04/12/2022

André Ayew ha perso il suo figlioccio prima dell’esordio con il Portogallo. A raccontare il dramma della perdita è lo...

André Ayew ha perso il suo figlioccio prima dell’esordio con il Portogallo. A...

11:36

04/12/2022

09:33

04/12/2022

Inghilterra e Senegal si affronteranno questa sera alle 20:00, in occasione degli ottavi di finale di Qatar 2022. I ragazzi di...

Inghilterra e Senegal si affronteranno questa sera alle 20:00, in occasione degli...

09:33

04/12/2022