Fuochi d’artificio a San Siro, Inter batte Fiorentina 4-3

26/09/2020

23:11

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

Una partita spettacolare quella andata in scena tra Inter e Fiorentina. Alla fine vincono i nerazzurri per 4-3, dopo aver sofferto tanto in tutti i 90 minuti l’organizzazione di gioco e la qualità dei Viola.

Pronti via e la Fiorentina è già in vantaggio, svarione della difesa interista, Bonaventura e Kouamè fanno quello che vogliono in area nerazzurra e quest’ultimo insacca in rete. L’Inter fatica a reagire, gli ospiti creano un’altra nitida palla gol sempre con Kouamè e sembrano poter gestire bene la gara. In chiusura di prima frazione arriva il pareggio dei padroni di casa: ripartenza di Barella, palla a Lautaro che dal limite dell’area fulmina l’incolpevole Dragowski.

Ad inizio ripresa l’Inter passa in vantaggio, Lautaro fa tutto da solo in area avversaria, calcia a rete la sua conclusione è deviata in modo decisivo da Ceccherini che realizza un clamoroso autogol. A questo punto sale in cattedra Frank Ribery che illumina il match con la sua classe, servendo due assist decisivi ai compagni, prima a Castrovilli al 57′ poi Chiesa al 63′. La Fiorentina ribalta il match. Il tecnico interista Antonio Conte lancia nella mischia i nuovi acquisti Hakimi e Vidal, oltre a Nainggolan, Sensi e Sanchez. I frutti si vedono nel finale quando Lukaku su assist di Hakimi all’87′ e poi D’Ambrosio all’89′ firmano prima il pareggio e poi il vantaggio nerazzurro. In entrambi i gol, decisivo l’apporto di Sanchez.

L’Inter conquista così i primi 3 punti del suo campionato, dopo una partita che per lunghi tratti l’ha vista sotto nel punteggio. La Fiorentina torna a casa con l’amaro in bocca, visto il risultato positivo sfumato proprio negli ultimi minuti di gioco.