Guerra in Ucraina, Pres. della Federcalcio francese: “Non mi opporrò all’esclusione della Russia”

La dichiarazione del Presidente della Federcalcio francese sulla guerra in Ucraina: "Non mi opporrò all'esclusione dal Mondiale della Russia"

27/02/2022

17:23

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

La guerra in Ucraina è al suo quarto giorno e mentre il conflitto continua un altro esponente del mondo del calcio europeo ha mostrato la propria rimostranza. Oggi la volta di Noël Le Graët, il presidente della Federazione calcistica francese che ha espresso anche la sua opinione sulla possibile esclusione della Nazionale Russia dal Mondiale in Qatar. Sulle colonne del quotidiano Le Parisien, Le Graët ha così spiegato: “Il mondo dello sport, e in particolare del calcio, non può rimanere neutrale. Di certo non mi opporrò all’esclusione della Russia”.

Guerra in Ucraina: Polonia, Svezia e Repubblica Ceca si oppongono alla partecipazione della Russia al Mondiale

La Nazionale Russia, ricordiamo, dovrebbe scendere in campo il prossimo 24 marzo contro la Polonia per gli spareggi validi per Qatar 2022. La nazionale polacca ha già annunciato il suo rifiuto di giocare contro i rappresentanti di una nazione impegnata in una guerra. Questa decisione potrebbe portare all’esclusione della Russia dalla competizione internazionale. E tramite una nota congiunta, anche le nazionali di Svezia e Repubblica Ceca, insieme a quella della  Polonia, hanno chiesto alla FIFA di non giocare in Russia le sfide di playoff per il prossimo Mondiale che sarà disputato in Qatar tra i mesi di novembre e dicembre.