Guerra in Ucraina, ufficiale: stop a tutte le competizioni Fifa e Uefa per la Russia

A causa della Guerra in Ucraina i massimi organismi del calcio mondiale ed europeo hanno deciso di sospendere i russi da tutte le manifestazioni.

28/02/2022

18:48

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by NATALIA KOLESNIKOVA/AFP via Getty Images)

La Guerra in Ucraina continua senza sosta. Le città ucraine continuano la loro eroica resistenza sotto i bombardamenti russi. Il calcio però non può più restare a guardare e pochi minuti fa è arrivata una decisione importante da parte della Fifa e della Uefa. I massimi organismi del calcio mondiale ed europeo, infatti, hanno deciso di sospendere ufficialmente la Russia da tutte le manifestazioni calcistiche. Ciò significa che la nazionale di calcio russa non potrà prendere parte ai playoff per le qualificazioni al prossimo Mondiale di Qatar 2022. La Russia avrebbe dovuto affrontare la Polonia il prossimo 24 marzo. Inoltre, anche le squadre di club non potranno più giocare. A farne le spese sarà lo Spartak Mosca che in Europa League avrebbe dovuto affrontare il Lipsia negli ottavi di finale.

Guerra in Ucraina, Uefa e Fifa sospendono la Russia: il comunicato

 

“A seguito delle decisioni iniziali adottate dal Consiglio FIFA e dal Comitato Esecutivo UEFA, che prevedevano l’adozione di misure aggiuntive, la FIFA e la UEFA hanno deciso oggi insieme che tutte le squadre russe, siano esse rappresentative nazionali o squadre di club, saranno sospese dalla partecipazione a entrambe Competizioni FIFA e UEFA fino a nuovo avviso.

Queste decisioni sono state adottate oggi dall’Ufficio di presidenza del Consiglio FIFA e dal Comitato Esecutivo della UEFA, rispettivamente i massimi organi decisionali di entrambe le istituzioni su questioni così urgenti.

Il calcio è pienamente unito e in piena solidarietà con tutte le persone colpite in Ucraina. Entrambi i Presidenti sperano che la situazione in Ucraina migliori in modo significativo e rapido in modo che il calcio possa nuovamente essere un vettore di unità e pace tra i popoli”.

Inoltre, la Uefa ha comunicato di aver deciso di porre fine con “effetto immediato” alla sua partnership con Gazprom in tutte le competizioni.

Correlati

17:42

07/08/2022

Il filo conduttore della carriera di Giuseppe Rossi, centravanti classe 1987 soprannominato Pepito, è stato sicuramente la...

Il filo conduttore della carriera di Giuseppe Rossi, centravanti classe 1987...

17:42

07/08/2022

17:11

07/08/2022

Comincia nel peggiore dei modi l’avventura di Erik ten Hag alla guida del Manchester United. Il tecnico olandese, per la...

Comincia nel peggiore dei modi l’avventura di Erik ten Hag alla guida del...

17:11

07/08/2022