Inter, Inzaghi non rischia la panchina ma il club vuole risposte

Inter, Inzaghi non rischia la panchina ma la società chiede risposte e chiarimenti a partire dal dopo sosta.

19/09/2022

10:24

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Alessandro Sabattini, Onefootball.com)

Periodo assolutamente negativo per l’Inter e per Inzaghi, che ieri è uscita sconfitta per 3-1 contro l’Udinese alla Dacia Arena nella 7ª giornata di campionato.

I nerazzurri sono incappati nella terza sconfitta stagionale in Serie a (dopo quelle contro la Lazio e nel Derby) e a stupire è stata soprattutto la prestazione della squadra e le scelte del tecnico.

LEGGI ANCHE: Inzaghi perde la bussola a Udine: la panchina dell’Inter è a rischio?

Inter Inzaghi
(Photo by Alessandro Sabattini, Onefotball.com)

Inter, Inzaghi non è a rischio. Ma la società chiede di invertire la rotta al tecnico

Al netto di un Inter francamente orribile contro un’ottima Udinese, addetti ai lavori e tifosi si sono interrogati nell’immediato post partita su una doppia scelta particolare fatta dal tecnico nerazzurro.

Alla mezzora infatti Inzaghi ha sostituito sia Bastoni che Mkhitaryan per inserire Dimarco e Gagliardini.

Motivi tecnici? In parte, ma a detta del diretto interessato il cambio è stato fatto perchè i due giocatori erano entrambi ammoniti e Inzaghi temeva l’inferiorità numerica per l’Inter.

Il doppio cambio (che ha lasciato più di qualche dubbio), non ha comunque beneficiato all’Inter, che è crollata negli ultimi minuti sotto i colpi della squadra di Sottil.

I nerazzurri sono apparsi fisicamente appannati e mentalmente assenti contro l’Udinese e le assenze pesanti (Calhanoglu e Lukaku su tutti, ma anche una fascia sinistra ancora senza padrone) sono alibi giusti ma non sufficienti.

L’Inter in 9 partite stagionali finora disputate (7 in Serie A e 2 in Champions) ha un bilancio di 5 vittorie e 4 sconfitte. Uno score abbastanza preoccupante per una squadra che punta ad obiettivi ambiziosi

La particolarità del campionato per ora non condanna l‘Inter: ora i nerazzurri sono a 12 punti, a “solo” 5 punti dalla vetta occupata da Napoli e Atalanta. Una buona notizia considerato l’avvio a dir poco stentato.

Ma in Casa Inter serve virare la rotta ed in fretta perché dopo la sosta per le nazionali di settembre, inizierà un tour de force di partite ravvicinate prima della pausa per il Mondiale.

Inzaghi non rischia la panchina e questo per più motivi. Il primo è che comunque la società crede nel progetto tecnico dell’allenatore piacentino nonostante i problemi.

E in secondo luogo, un esonero in questa stagione così particolare è un rischio/scommessa difficile da prendere.

Fiducia al tecnico quindi, ma secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport il club vuole delle risposte a partire dalla prima partita dopo il rientro: il big match del 1 ottobre contro la Roma.

Correlati

07:00

19/09/2022

Buongiorno a tutti dalla redazione di CIP – Calcio in Pillole, che vi porta, come ogni mattina, in prima pagina! Alla scoperta...

Buongiorno a tutti dalla redazione di CIP – Calcio in Pillole, che vi porta, come...

07:00

19/09/2022

15:53

18/09/2022

Continua il programma domenicale della 7ª giornata di Serie A. Dopo la vittoria dell’Udinese sull’Inter nel lunch...

Continua il programma domenicale della 7ª giornata di Serie A. Dopo la vittoria...

15:53

18/09/2022

Serie A

22:47

29/09/2022

Gerry Cardinale, frontman del fondo Redbird e nuovo proprietario del Milan, è intervenuto nel corso della Leaders Week...

Gerry Cardinale, frontman del fondo Redbird e nuovo proprietario del Milan, è...

22:47

29/09/2022

22:25

29/09/2022

L’Udinese di Andrea Sottil sta stpuendo tutti in questo avvio di stagione. I friulani al momento sono terzi in classifica...

L’Udinese di Andrea Sottil sta stpuendo tutti in questo avvio di stagione. I...

22:25

29/09/2022