Inter, Marotta: “Difficile fare mercato a gennaio”

L'Ad dell'Inter Beppe Marotta è intervenuto questa mattina presso Radio Rai nella trasmissione Radio Anch'io Sport dove ha concesso un'intervista.

14/11/2022

10:29

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

L’Ad dell’Inter Beppe Marotta è intervenuto questa mattina presso Radio Rai nella trasmissione Radio Anch’io Sport dove si è espresso su vari argomenti. Marotta è stato interrogato sulla partita di ieri contro l’Atalanta e l’apporto della famiglia Zhang. Queste le parole di Marotta dell’Inter:

Cos’è cambiato nell’ultimo mese?
“Abbiamo avuto un approccio strano, un handicap silenzioso e misterioso, poi ci sono stati correttivi e sono stati trovati dei rimedi. Fa specie però il percorso in casa completamente diverso da quello in trasferta. Dobbiamo riflettere su questo e l’allenatore deve trovare altri rimedi”.

LEGGI ANCHE: Serie A, la classifica marcatori alla sosta: Arnautovic insegue Osimhen

Ieri è stato decisivo Dzeko. Rinnoverà il contratto?
“Non penso che possa finire come con Perisic, ha dimostrato di voler rimanere con noi e merita il rinnovo, visto che è un grandissimo professionista, molto attaccato alla maglia. Ha il vizio del gol e questa cosa deve essere tenuta in considerazione. Al momento opportuno avvieremo i contatti per il prolungamento. Il nostro desiderio è quello ma poi ci deve essere una volontà esplicita da parte del calciatore”.

Com’è la situazione societaria con la famiglia Zhang?
“Dobbiamo avere rispetto per la famiglia Zhang che ha investito tanto, dando tanto al sistema calcio e all’Inter. Dopo la pandemia sono cambiate le cose e nessuno può fare più gli investimenti di prima. Tutti hanno dovuto ridimensionare gli investimenti, ma vogliamo restare competitivi”.

Marotta Inter
(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Cosa vi aspettate da Lukaku?
“L’infortunio è stato imprevisto e imprevedibile, voleva tornare in fretta in forma anche per il Mondiale ma dobbiamo restare cauti. Non ci deve essere uno stress competitivo, quello agonistico porta a tanti infortuni. Spero possa tornare il più in fretta possibile, spero proprio dal 4 gennaio”.

Sul mercato farete qualcosa?
“Le opportunità vanno colte ma non penso che ce ne saranno che possano fare al nostro caso. Questo è un gruppo competitivo per raggiungere i nostri obiettivi”.

Marotta Inter
(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

L’Ad dell’Inter Marotta sull’approdo di  Cristiano Ronaldo alla Juventus

Marotta ha anche speso delle parole sull’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus nel 2018:

“All’interno di una struttura dirigenziale ci sono delle idee differenti ma questo non vuol dire che fossi totalmente contrario all’operazione Ronaldo alla Juventus. CR7 era ed è un’icona ed era ed è un campione. Bisogna poi fare i conti con il contesto economico-finanziario di una società, ma quello non è stato assolutamente il motivo di interruzione del mio rapporto con la Juventus, il mio ciclo in bianconero era finito, nel momento in cui è stata presa quella decisione l’ho rispettato. Ha un grande amore per la sua professione, il calcio rappresenta tutto per lui ed è difficile convivere con un declino fisico, l’anagrafe non si cancella, si fa molta più fatica a 37 anni e le scelte degli allenatori sono condizionate. Non è facile per i grandi campioni arrivare a fine carriera.”

Serie A

23:30

23/11/2022

Il ministro dello Sport Andrea Abodi ha parlato oggi alle commissioni Cultura di Camera e Senato anche dei debiti del calcio....

Il ministro dello Sport Andrea Abodi ha parlato oggi alle commissioni Cultura di...

23:30

23/11/2022

20:31

23/11/2022

Riccardo Sottil ha scelto di operarsi per rientrare presto e al meglio. È stato lo stesso giocatore, pubblicando una foto sul...

Riccardo Sottil ha scelto di operarsi per rientrare presto e al meglio. È stato lo...

20:31

23/11/2022