Inter-Napoli, Inzaghi: “Domani gioca Ranocchia. Conteranno le motivazioni”

20/11/2021

13:05

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)


Conferenza stampa di vigilia per Simone Inzaghi. Domani andrà in scena Inter-Napoli a San Siro, gara valida per la 13ma giornata nel campionato di Serie A. I nerazzurri devono vincere per accorciare le distanze dalla coppia capolista composta da Partenopei e Milan.

AVVERSARIO- “Sappiamo che sarà una partita importantissima come lo è stato 15 giorni fà contro il Milan. Importantissima per la classifica, si affrontano il miglior attacco contro la miglior difesa. Coraggio e motivazioni faranno la differenza. Abbiamo fatto un ottimo percorso, sia in campionato che in Champions League. Abbiamo giocato tante partite in trasferta e per noi il pubblico è fondamentale. Napoli e Milan stanno facendo un percorso incredibile quest’anno, sicuramente avremmo meritato di più negli scontri diretti. A partire già da domani”.

ATTACCANTI- “Per gestire la rosa ne avrei potuto parlare prima del Milan o Sheriff. A questo giro con le Nazionali abbiamo perso tante pedine importanti come De Vrij, Sanchez, Bastoni non è stato al meglio. Tra oggi e domani valuteremo la formazione migliore, abbiamo tante defezioni e dobbiamo pensare solo a domani. E’ fondamentale vincere, per quanto riguarda i rigoristi ne abbiamo parecchi”.

SPALLETTI- “Luciano è un valore aggiunto per le squadre dove ha allenato. Il Napoli sta facendo una grande stagione come detto prima. Hanno una rosa molto competitiva, non hanno venduto giocatori appetibili da altri club. Spalletti sta facendo un gran lavoro”.

MOMENTO- “Bisogna cercare di indirizzare gli episodi nel migliore dei modi. A livello di numeri e statistiche siamo in una buonissima situazione. Negli scontri diretti avremmo meritato di più ma se vai ad analizzarli ci sono episodi come rigori dati e non dati, oppure sbagliati che hanno inciso. Sono orgoglioso della scelta fatta di venire all’Inter, sono contentissimo dei ragazzi. Nonostante le cessioni pesanti, siamo competitivi in tutto ed avere la società al mio fianco composta da persone competenti per me è un motivo in più. Poi ci sono i tifosi che sono il valore aggiunto”.

LAUTARO- “Credo che gli attaccanti passano questi momenti. Lo è stato per me, per mio fratello. Immobile anche alla Lazio ha avuto pochi momenti difficili. Un attaccante deve preoccuparsi quando non capitano le occasioni, anche nel derby ne ha avute tante. Lauti è al 100% dentro il progetto squadra. I gol li ha sempre fatti e tornerà a farli come ha sempre fatto. Lautaro a Reggio Emilia ci ha permesso di vincere la partita dagli undici metri. Tatarusanu è stato bravo nel derby””.

ARBITRI- “Beh, come sbaglia un allenatore una formazione oppure un attaccante un gol, anche l’arbitro può sbagliare. In Italia abbiamo ottimi arbitri, dopo il derby ho fatto i complimenti alla terna. Quindi episodi a parte sono degli ottimi professionisti”.

CALHANOGLU- “Hakan ha fatto fin qui una buona stagione. Un giocatore di qualità e quantità. Con la Juventus e nel derby per esempio ha fatto grandissime partite, deve continuare cos. Chiaramente gioca un pò più indietro rispetto agli altri anni. Siamo contenti del rendimento e di averlo con noi”.

BROZOVIC- “Brozovic è un grandissimo calciatore, è da tanti anni all’Inter. Ho la fortuna di avere dirigenti come Marotta, Baccin e Ausilio sempre presenti. Sanno il mio pensiero su Marcelo”.

FORMAZIONE- “Domani giocherà Ranocchia. E’ da tanti anni qui all’Inter, sono sicuro che farà una grandissima partita e non farà rimpiangere De Vrij”.