Inter, ritorno al futuro: arriva Pinamonti

16/09/2020

15:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

Andrea Pinamonti tornerà ad essere un giocatore dell’Inter.

L’attaccante classe ’99 era passato al Genoa la scorsa estate per 18 milioni di euro. Un patto non scritto impegnava però la società nerazzurra a riacquistarlo per 20 milioni. Sembra ora arrivato il momento giusto per concretizzare il trasferimento, nonostante le perplessità interiste delle scorse settimane.

Azzerati i problemi circa le cifre del trasferimento ne sorgono altri.

Pinamonti ha un contratto da 3 milioni netti a stagione. Troppi per un calciatore destinato a ricoprire il ruolo di quarta scelta nelle gerarchie di Antonio Conte, preceduto dagli inamovibili Lukaku e Lautaro e dal baby fenomeno Sebastiano Esposito.

A favore dell’attaccante italiano gioca però il fatto che l’Inter in questa stagione sarà impegnata in tre competizioni, tra cui la Champions League. Serviranno dunque alternative affidabili per far rifiatare i titolari, evitando di perdere punti nel tragitto.

Per minimizzare i costi del ritorno dell’ormai ex numero 99 dei Grifoni potrebbero essere inserite contropartite nella trattativa, volte ad abbassare il costo del cartellino e al contempo utili per liberarsi degli stipendi degli esuberi.

La dirigenza nerazzurra sta cercando di convincere Andrea Ranocchia ad accettare il trasferimento in rossoblù. Così facendo si libererebbe del suo contratto da circa 1,5 milioni a stagione.

Il Genoa dal canto suo preferirebbe vedere inseriti nello scambio alcuni giovani, Andrew Gravillon e Darian Males su tutti.

Il primo è un difensore centrale classe 1998, che ha collezionato nella scorsa stagione 29 presenze in Serie B con la maglia dell’Ascoli

L’attaccante svizzero è invece appena arrivato a Milano dal Lucerna per 4 milioni, in un affare concluso proprio in sinergia con il club del presidente Preziosi. Potrebbe disputare la sua prima stagione italiana in prestito al Genoa.

Resta infine remota l’ipotesi cessione.

L’incontro odierno tra le due società e Raiola, procuratore dell’ex Frosinone, sarà decisivo. Intanto il direttore sportivo interista Piero Ausilio ha già promesso a Pinamonti un ruolo centrale nel futuro del club.