Connect with us

Nazionali

Italia, sorteggio durissimo in Nations League: spauracchi Mbappè e De Ketelaere

Published

on

italia nations league

Italia Nations League – Il sorteggio di Nations League è stato duro per l’Italia: la Francia di Mbappè e il Belgio di De Ketelaere, ma anche Israele.

Da testa di serie ci si aspettava un sorteggio più morbido, ma non sarà così. Il prossimo girone di Nations League si preannuncia molto complicato per l’Italia, che se la vedrà con il Belgio, con la Francia e con Israele. Si comincia dal 5 al 7 settembre con la prima giornata e si concluderà la fase a gironi tra il 17 ed il 19 novembre. Turno intermedio fra il 20 ed il 25 marzo 2025, mentre la final four si giocherà fra il 4 e l’8 giugno.

Nations League, sorteggio complicato per l’Italia: Francia e Belgio oltre a Israele

(Photo by FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

Era una delle teste di serie insieme a Spagna, Olanda e Croazia, le altre che hanno raggiunto la final four nella scorsa edizione, ma per l’Italia il sorteggio non è stato benevolo. Nel girone di Nations League la Nazionale guidata da Luciano Spalletti dovrà vedersela con due fra le migliori squadre d’Europa.

La Francia innanzitutto, con Kylian Mbappè come prima bocca di fuoco. Ma non solo, perché sono presenti anche gli “italiani” Theo Hernandez, Giroud, Maignan, Pavard, Thuram e Rabiot. Campione del Mondo nel 2018 e finalista nel 2022, i transalpini guidati da Didier Deschamps rappresentano probabilmente la squadra più forte nel panorama delle Nazionali.

C’è poi il Belgio, che non è più ai livelli di qualche anno fa ma che si può annoverare comunque fra le selezioni con maggior talento. Come Charles De Ketelaere, per esempio, che all’Atalanta ha trovato la sua dimensione e sta stupendo tutti. Altro giocatore militante in Serie A è Romelu Lukaku della Roma, mentre saranno da valutare le convocazioni di altri possibili “italiani” come Ngonge del Napoli o De Winter del Genoa. Ma non sono da dimenticare i grandi giocatori internazionali come Kevin De Bruyne, assoluto leader del Manchester City, il compagno Jeremy Doku o giovani in rampa di lancio come Vermeer, appena acquistato dall’Atletico Madrid, e Johan Bakayoko del PSV.

Infine Israele, senza grossi talenti, ma che può rappresentare un ostacolo da non sottovalutare.